La pagella di Tiziano. Il Toro gioca poco ma vince

20.09.2009 09:12 di Marina Beccuti   vedi letture
La pagella di Tiziano. Il Toro gioca poco ma vince
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico de Luca

Tiziano Berardi

Va bene così, per il Toro…, molto attento, umile, non fa una straordinaria partita ma vince 3-0. Certo non sarà sempre così facile, pertanto dovrà essere pronto a recuperare velocità di gioco per le partite che contano… Dopo il primo goal, tra l’altro, molto bello di Diana, ha rischiato in un paio di occasioni di subire il pareggio della Salernitana. Poteva sicuramente fare di più chiudendo definitivamente la partita già nel primo tempo. Però, pensiamo anche che siamo soltanto alla quinta di campionato, le partite vinte sono quattro, di cui tre con punteggi pesanti. Il centrocampo naturalmente è stato variato sia per turn-over, sia per dare una maggiore quadratura. Coppola in copertura, Diana a destra mentre Vailatti è stato dirottato a sinistra. I risultati a centrocampo non sono cambiati rispetto alla partita contro Albinoleffe e Brescia e non sono cambiati neanche con l’inserimento di Zanetti mel secondo tempo. Per quanto mi riguarda, io vedrei molto bene Saumel sulla sinistra, giocatore che anche se un pò lento, potrebbe essere la vera sorpresa positiva per questo Toro, a destra potrebbero alternarsi Zanetti e Diana con Gorobsov e Loviso a dividersi la regia. La difesa per più di mezz’ora è stata protagonista sugli attacchi della Salernitana avendo qualche difficoltà su qualche pallone ben indirizzato a rete.Sereni è stato subito pronto a recuperare seppur mettendoci un piede. Ogbonna non ha fatto sentire la mancanza di Pratali, lo stesso Zoboli, in sostituzione di Loria è stato molto preciso nei suoi interventi, Rivalta e Rubin hanno modestamente fatto la loro parte. In attacco Gasparroni ha divorato letteralmente due goals, ma i margini di miglioramento del reparto sono notevoli. Molto bene il trio Vantaggiato, Bianchi innestato da capitan Di Michele, potrebbe essere una soluzione validissima per il futuro.

Sereni 6,5
Non molto impegnato ma appena chiamato in causa si è fatto trovare pronto seppur con un pizzico di fortuna.

Rivalta 6
Ha fatto la sua parte, gli avversari non erano dei più irresistibili, ha retto bene sulla sua fascia.

Ogbonna 6,5
Preciso negli interventi, ha preso parecchi palloni vaganti in area di testa, è sembrato essere un buon sostituto di Pratali almeno in questa serata.

Loria 6,5
Anche nei migliori momenti della Salernitana, non ha mai perso il senso della posizione e la direzione della difesa.

Rubin 6
Da lui ci aspettiamo le sue irresistibili discese sulla fascia sinistra…non se ne sono viste molte ma va comunque premiato per la sua volitilità.

Coppola 6
Ha fatto delle buone giocate, ha ampi margini di miglioramento ma deve anche giocare tanto.

Diana 6,5
La scorsa settimana aveva mancato un goal quasi dalla stessa posizione di quello realizzato ieri sera. Goal bellissimo, non è stato molto preciso sui cross da fondo campo e sugli appoggi ai compagni..

Vailatti 6
Ha buone giocata, è giovane, è stato molto umile in partita senza strafare, la sua parte la fa sempre.

Gasbarroni 6
A suo demerito vanno due palle goal sprecate, la seconda sul palo e di non aver fatto da cerniera tra centrocampo e attacco. Sulle sue giocate c’è comunque molta imprevedibilità che mette in apprensione gli avversari.

Bianchi 6
Classico attaccante, fa molta manovra portandosi dietro difensori i avversari, al primo assist serio non da scampo al portiere avversario.

Di Michele 7
Sono stati commessi falli bruttissimi su di lui e questo non premia il gioco del calcio. Ha avuto la capacità di fornire un assist a Diana e segnare un goal che sembrava impossibile, vista l’uscita del portiere avversario

Zanetti 6
Ha preso il posto di Vailatti ma la fascia sinistra non è il suo forte.

Zoboli 6,5
Ha senso della posizione, interviene più volte dando respiro alla difesa del Toro.

Vantaggiato 6,5
Ottimo per l’assist a Bianchi, potrebbe essere l’inizio di un’intesa in attacco?

Colantuono 7
Ancora una volta ha letto perfettamente la partita, squadra ben messa in campo, molto umile al punto di aspettare il gioco e di temere (forse troppo), alcune volte, le giocate della Salernitana.
Si è giustamente innervosito per il non- gioco del Toro e perché la squadra ha più volte subito la rabbia della Salernitana.