Cairo, i salatini e quell'insulto di troppo

09.07.2018 16:48 di Marina Beccuti Twitter:   articolo letto 8638 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Cairo, i salatini e quell'insulto di troppo

Non c'è al momento un clima del tutto disteso tra la tifoseria del Toro e la società. Motivo? Il solito, Cairo è troppo parsimonioso, non spende per rinforzare la squadra, anche se cominciano ad arrivare gli acquisti, Izzo, Bremer e Meitè. Forse non basta, perchè ai tifosi gli azzardi non piacciono più, vorrebbero qualche nome di maggiore garanzia. Sia chiaro, Cairo soldi ne ha spesi, ma non tutte le operazioni hanno avuto un esito positivo, vedere alla voce Niang. 

Alcuni tifosi stanno dando la disdetta a Sky per la prossima stagione e vedremo quanti abbonamenti allo stadio Grande Torino staccherà la società, anche se i 1300 tifosi presenti venerdì, al primo allenamento della stagione al Filadelfia, fanno sperare cifre maggiori. Tuttavia è venuta fuori anche una certa amarezza per le porte chiuse del Fila fatte registrare sabato che, a inizio stagione, dovevano rimanere aperte, come saranno a Bormio.

Qualche tifoso ora si prende anche la briga di insultare il presidente via Instagram (non è la prima volta che succede,ndr), suscitando il nervosismo di Cairo che, tra l'altro, in questi giorni ha parlato molto ai media. Ieri sera il presidente è stato ospite di un evento a Como ed è uscita la sua foto a fianco della moglie e di un'altra bella donna. Il tifoso gli ha scritto: “Sei entrato dal retro o hai scroccato il pass? Metti salatini in tasca che li porti domani a Bormio per far pranzare i ragazzi”.

La risposta di Cairo non si è fatta attendere, pur nella sua brevità: "Sei un cogl.".

Insomma il presidente definito "braccino corto" continua ad essere un elemento di discussione da ormai tredici anni.