ESCLUSIVA TG - Magrì, Tmw (inviato Lecce): "C'è da lavorare, ma il capolavoro salvezza è realizzabile"

16.09.2019 10:15 di Emanuele Pastorella   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA TG - Magrì, Tmw (inviato Lecce): "C'è da lavorare, ma il capolavoro salvezza è realizzabile"

Archiviata la pausa per le Nazionali, il campionato è tornato. Torino e Lecce hanno avuto 24 ore ulteriori per preparare la sfida, stasera si sfideranno alle 20.45 allo stadio Olimpico Grande Torino. A Dennis Magrì, inviato di TuttoMercatoWeb per la formazione salentina, abbiamo chiesto una presentazione dei ragazzi di Fabio Liverani, ancora alla ricerca del primo successo e del primo gol dal loro ritorno in serie A.

Magrì, che Lecce si presenta al Grande Torino?
Nell’ultima giornata contro l’Hellas Verona sono stati fatti dei passi indietro rispetto all’esordio contro l’Inter: se a Milano comunque erano state create palle gol, alla prima al Via del Mare si è faticato non poco a rendersi pericolosi. Non ci voleva questa caduta casalinga in uno scontro diretto, si è cominciato a respirare del malumore. Juric è un tecnico esperto ed è stata una gara particolare, però questi punti possono valere doppio nella corsa salvezza.

E’ Yilmaz il rimpianto dell’estate salentina?
Ho fonti certe sul fatto che il giocatore sia stato trattato concretamente dal Lecce, è stato anche vicino allo sbarco in serie A, poi però l’operazione è saltata. Sarebbe stato un colpo clamoroso, è a tutti gli effetti un rimpianto perché Yilmaz è stato vicino. E’ arrivato Babacar, un rinforzo importante: è un giocatore di categoria e offre diverse soluzioni offensive. Il direttore sportivo Meluso ha fatto un buon lavoro, mi sarei forse aspettato un centrocampista in più.

Questo Lecce può centrare la salvezza?
Liverani lavora in questa direzione, il 4-3-1-2 è il suo marchio di fabbrica e sta cercando di risolvere i problemi in fase realizzativa, d’altra parte che non funzioni qualcosa lo si capisce dagli zero gol segnati nelle prime due partite. La salvezza sarebbe un capolavoro, ma io ne sono convinto: questa squadra può centrarla, è una missione realizzabile.