Torino, fai tesoro della situazione

18.04.2011 08:52 di Marina Beccuti   vedi letture
Torino, fai tesoro della situazione
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Alberto Mariani

Massima concentrazione per la squadra di Lerda questa sera all'Olimpico, dove arriva una Reggina pronta a vendere cara la pelle pur di non perdere il treno dei playoff. L'attesa è stata lunga perchè si deve aspettare questa sera alle 20,45, fischio d'inizio del match clou della serie Bwin, per conoscere il cammino futuro del Torino, reduce da tre vittorie consecutive e dalla voglia di fare l'impresa allungando la serie positiva. Per l'occasione ci sarà un Olimpico quasi esaurito e finalmente si è riaccesa la passione. Ci vuole poco per far ricomparire i tifosi allo stadio, compattezza, vittoria e serenità. I tifosi granata non chiedono mai la luna, solo dignità e orgoglio, elementi che il Lerda bis è riuscito ad estrapolare da una squadra forte in partenza, che si è migliorata con il mercato di gennaio (grazie soprattutto ad Antenucci). Peccato non aver ancora visto in azione a tempo pieno sia Cavanda che Gabionetta, due giocatori che potranno essere utili nel rush finale.

Gli infortunati sono tutti recuperati, tranne Rivalta, così Lerda si è permesso il lusso di convocare 23 giocatori, più il Primavera Scaglia. Ci sarà certamente qualche modifica all'assetto tattico, con Sgrigna, Pagano, Lazarevic, Bianchi e Ogbonna non al meglio della forma, perchè reduci da alcuni infortuni, con il primo al rientro dopo settimane di stop. In attacco è certo l'utilizzo di Antenucci, con Bianchi che potrebbe stringere i denti per essere pronto dal primo minuto, ma giocherà senza dubbio qualche scampolo di gara Iunco, che potrebbe addirittura fare staffetta con Bianchi, per evitare ricadute fisiche di entrambi, che potrebbero andare a minare questo importante finale di stagione. Se il Torino incassasse la quarta vittoria consecutiva si porterebbe a 53 punti, a sette dalla terza che è il Novara, con la possibilità di poter ancora competere per il terzo posto, considerando che nel finale di campionato, parlando della regular season, non avrà incontri proibitivi da affrontare.