"Belotti cuore granata": il mondo Toro e gli sfottò per l'ex capitano dopo il rigore fallito

14.11.2022 10:00 di Emanuele Pastorella   vedi letture
"Belotti cuore granata": il mondo Toro e gli sfottò per l'ex capitano dopo il rigore fallito
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

La macumba è servita, pur con la beffa all’ultimo minuto di partita. Perché se da una parte il Toro è abituato a subire gol nel finale di gara, con la squadra che a Roma ha preso la sesta rete dal 75’ in poi su 17 totali (vale a dire oltre un terzo), dall’altra è riuscito ad evitare la prima marcatura di Andrea Belotti. Eppure il Gallo ci è andato molto, ma molto vicino, venendo tradito dall’emozione e da una tradizione che dal dischetto non gli porta particolarmente fortuna: il suo è stato il decimo errore su 36 rigori calciati, dal 2014/2015 nessuno ne ha sbagliati quanti l’ex capitano. Dybala gli ha lasciato l’incombenza, memore anche della lesione muscolare subita proprio calciando un penalty, e Belotti ha spiazzato Milinkovic-Savic, allargando però troppo la mira e colpendo così il palo esterno. Alla fine la Roma ha pareggiato comunque con Matic al 94’, ma il mondo Toro ha potuto tirare una sorta di respiro di sollievo.

Sfottò social
E il mondo del web si è immediatamente riempito di sfottò per il Gallo. “Belotti cuore granata” è uno dei messaggi preferiti dai tifosi, con la ferita ancora aperta di un addio mai completamente digerito, specialmente per i modi in cui si è consumato. “Comunque giusto così, un suo gol dell'ex non me lo meritavo, non fino a questo punto, il cosmo ha parlato” ha aggiunto un altro granata per commentare il clamoroso errore dell’ormai ex idolo. E c’è anche chi vede un paragone con Alessio Cerci: “Belotti è sempre più vicino alla destinazione Cerci con una discesa verticale da montagne russe, peggio delle cryptovalute: ascesa e caduta condita da numerose scelte sbagliate”. L’appuntamento, adesso, è tra cinque mesi: l’8 di aprile ci sarà la sfida di ritorno, il Gallo sarà alla prima da ex all’Olimpico Grande Torino. E si vedrà quale sarà l’accoglienza della Maratona e di tutto il popolo granata.