Torino-Sampdoria. Le pagelle: Gillet in vacanza, D'Ambrosio un maratoneta. Santana dove sei?

02.02.2013 21:30 di Riccardo Billia   vedi letture
Torino-Sampdoria. Le pagelle: Gillet in vacanza, D'Ambrosio un maratoneta. Santana dove sei?
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Gillet sv: la sua è un'ordinaria amministrazione con il sigaro in bocca. Testimonianza palese dell'evanescenza totale dell'attacco doriano

D'Ambrosio 6,5: uno dei più positivi della truppa. Primo tempo da maratoneta, quando dà costante manforte a Cerci. Poi tira il fiato, in linea con il ritmo geriatrico della gara.

Masiello 6: il compitino viene svolto in modo pulito. De Silvestri è in campo a sua insaputa l'esterno ex Bari può disimpegnarsi senza affanni. Innesca Glik nell'azione del gol divorato da Barreto.

Glik 6,5: Icardi non ha voglia, Eder va a spasso senza una meta. Preferisce rendersi utile in avanti, quando sfiora il gol e piazza Barreto davanti a Romero con un servizio prelibato di testa.

Rodriguez 6: entra nella top five per il numero di palloni disimpegnati orizzontalmente. Deve solo dare un'occhiata al pigro attacco blucerchiato. Serata leggera.

Brighi 6: al piccolo trotto per tutta la gara. Pur in inferiorità numerica rispetto al centrocampo avversario, si costruisce il suo pezzo di terra e lo coltiva con cura. Ma sono mancate le sue incursioni centrali.

Gazzi 6: non era il caso di sputare sangue in questa gara, per come si era indirizzata. Si becca un giallo legittimo che però non condiziona il suo andamento. Lineare.

Cerci 6: nella prima frazione è lui ad assumersi il ruolo di accendere la luce nel Toro. Romero fa un miracolo su un suo sinistro velenoso. Viene spesso raddoppiato da Poli, e questo lo sfianca parecchio. Spreca nella ripresa alcuni calci piazzati golosi.

Santana 5: si distingue da un fantasma comune solo perchè indossa una casacca granata. Primi 45' da Chi l'ha visto?. Nella ripresa abbina il pasticcio con la confusione. Esce troppo tardi per quanto aveva dato sin lì (85' Birsa sv).

Barreto 5,5: il colpo di testa non è la specialità della casa, e lo dimostra l'unica ottima palla gol sprecata dal brasiliano durante la partita. Gira a vuoto senza trovare la via per incidere, ma la squadra non lo aiuta come avrebbe dovuto. Viene trascinato dall'inerzia fino al momento del cambio (87' Jonathas sv).

Meggiorini 5,5: spizza qualche pallone e accumula altri km nelle gambe per rompere le uova nel paniere sampdoriano. San Siro è lontana anni luce (64' Bianchi sv: il quadro generale era abbastanza desolante al suo ingresso. Riceve cinque palloni in mezz'ora: difficile capitalizzarli al meglio).

 

Ventura 5,5: dopo i fuochi d'artificio con l'Inter, conferma alcune paralisi tattiche in casa. La Sampdoria fa meno del minimo sindacale, è indubbio. Perciò sarebbe stato sufficiente azzardare un po' di verve in più per metterla alle corde. Stupisce l'eccessivo minutaggio di un Barreto sfinito dopo 70' e di un Santana inconsistente già dopo il primo tempo. Nel frattempo, la sfilza dei pareggi si allunga, anche se pare tutto sotto controllo.


Sampdoria (3-5-2)
Romero 6, Gastaldello 6, Palombo 6,5, Costa 5,5, De Silvestri 5, Munari 5,5 Poli 5,5, Krsticic 5,5, Estigarribia 6 (81' Poulsen sv), Icardi 5,5 Eder 5 (71' Soriano 5,5). All. Rossi 5,5.