Tattica, esercizi con la palla e corsa oggi. Domani a Bormio arriverà Sirigu

A trovare la squadra gli atleti di Short Track Elisa Confortola e Niccolò Peretti. Lyanco prosegue il suo lavoro personalizzato.
09.07.2019 19:23 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Dall'inviata a Bormio Elena Rossin
Salvatore Sirigu
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Salvatore Sirigu

Se da una parte c’è la necessità di mettere la cosiddetta “benzina” nelle gambe dall’altra i giocatori devono essere brillanti e scattanti e non avere le gambe appesantite dai carici di lavoro con l’Europa League che incombe. Tanto più che Mazzarri al momento non ha tutti i giocatori a disposizione visti gli impegni di parecchi con le rispettive Nazionali dopo la fine del campionato scorso e con nessun nuovo arrivo per il momento, sempre che nelle prossime ore non venga chiusa a trattativa con il Napoli per Verdi. Per Mazzarri la buona notizia che domani giungerà a Bormio Sirigu, per lui primo allenamento nel pomeriggio.

Oggi, nel secondo giorno di allenamento a Bormio, la mattina è stata dedicata più alla tattica con il mister che ha spiegato e rispiegato i movimento ai giocatori sia in fase offensiva sia in quella difensiva. Nel pomeriggio invece, già come accaduto ieri, ripetute e un po’ di esercizi con la palla. Lyanco “preservato” con un lavoro personalizzato proprio perché reduce dagli impegni con la sua Nazionale.

A far visita ai giocatori Elisa Confortola e Niccolò Peretti, atleti di Short Track che si stanno allenando a Bormio. Niccolò è anche tifoso granata e oggi ha festeggiato i suoi diciotto anni, auguri, venendo a trovare i suoi beniamini. Niccolò è figlio d’arte, il padre Roberto è stato campione del mondo nella staffetta 5000 metri a St. Louis nel 1988 nella stessa specialità insieme al fratello Enrico. Ma soprattutto il papà Roberto si prende cura dei giocatori del Toro che devono recuperare dagli infortuni essendo il responsabile di Fisio&Lab, centro medico per la fisioterapia e la riabilitazione ortopedica e sportiva.