Lettera del CCTC a Cairo

Questo è il testo della lettera sottoscritta da 20 club e da singoli tifosi, per complessive oltre 3200 firme
29.07.2009 15:04 di Marina Beccuti   vedi letture
Lettera del CCTC a Cairo
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Egregio presidente,


poiché ultimamente non perde l’occasione di dichiarare di essere consapevole dei suoi errori, desideriamo darle una mano elencandole dove, secondo noi, ha sbagliato. Siamo un gran numero di tifosi del Toro, non diciamo tutti perché
sarebbe presuntuoso da parte nostra però, come potrà vedere dalle firme, siamo veramente tanti e non “quattro gatti” come lei ama definirci. Noi siamo quelli che da un bel po’ di tempo le chiedono un progetto. Noi non siamo quelli che vogliono che lei se ne vada, ma vogliamo che si renda finalmente conto della realtà Torino.


Il Toro siamo noi, non è uno slogan da mettere su un manifesto pubblicitario, è una condizione umana particolare, nella quale molti si trovano invischiati da generazioni. Chi quest’anno farà l’abbonamento (così come chi non lo farà), soffrirà
come sempre per il nostro Toro, perché è l’unica cosa che può fare. Se si trova in questa situazione è unicamente colpa sua e di seguito le spieghiamo il perché.


Errori del presidente Cairo:


1. Urbano Cairo, irresponsabilmente, si è sempre disinteressato del gravissimo problema relativo ai biglietti omaggio emessi dal Torino Fc e venduti dai bagarini presenti davanti allo stadio ad ogni partita del Toro, negando la possibilità di acquistare biglietti in modo legale nei posti popolari e creando situazioni di divisione e spaccatura all’interno della
tifoseria.
2. Urbano Cairo è troppo accentratore, finge di delegare e non si fida dei propri collaboratori.

3. Urbano Cairo crede che una società ben strutturata sia inutile.
4. Urbano Cairo non si è fin’ora reso conto di quanto siano importanti per il
Toro lo stadio Filadelfia, il settore giovanile e un centro sportivo ben
attrezzato e possibilmente di proprietà.
5. Urbano Cairo preferisce comprare i nomi dei giocatori piuttosto che gli
uomini giocatori.
6. Urbano Cairo non vuole nessuno che gli faccia ombra, sia esso giocatore,
dirigente o tifoso.
7. Urbano Cairo persegue la divisione tra i tifosi del Toro, traendone forza e
ha iniziato l’opera di eliminazione dei Toro Club.
8. Urbano Cairo non ha mai ascoltato le legittime richieste dei Tori Seduti
che rappresentano tutti i tifosi granata diversamente abili.
9. Urbano Cairo, nonostante le promesse sul “fare un passo indietro”, non
ha ancora cambiato numero di cellulare.
10. Urbano Cairo fa pagare ai tifosi del Toro gli abbonamenti più cari di
tutta la serie B e, considerando la quasi totale mancanza di sconti e
promozioni, anche della quasi totalità della serie A.
11. Urbano Cairo non adotta politiche per incentivare la presenza negli
stadi di famiglie e bambini, cosa che ormai fanno tutte le squadre di A,
comprese quelle di prima fascia.
12. Insomma, qual’e’ il vero progetto di Urbano Cairo? Quando uno
compra casa pianta un ulivo in giardino; quando uno affitta un pied-aterre,
non mette nemmeno il nome sul campanello.


Errori dei tifosi del Toro:
1. Troppo amore. Noi siamo quelli che le hanno dato tutto quello che potevano, lei tutto ha sprecato, fiducia compresa.
Le chiediamo di rispondere con i fatti ad ogni punto di questa lista, ci riserviamo iniziative di contestazione qualora ciò non si realizzasse, a prescindere dai risultati della squadra. Il suo "popolo degli sms" sicuramente rinnegherà questa lista, le
ricordiamo però che quel popolo non rappresenta l'universo della tifoseria granata, che è altresì composta dai sottoscrittori di questo documento.  Ci scusi se siamo stati troppo diretti, ma a noi le parole che girano troppo intorno alle cose non piacciono, anzi a noi troppe parole danno proprio fastidio.

 

La lettera potrà essere sottoscritta da tutti coloro che lo desiderano mediante una mail all'indirizzo

cctoroclubs@gmail.com