Lecce, Di Michele: "Qui con tanta voglia di far bene"

02.02.2010 11:29 di Raffaella Bon   vedi letture
Fonte: Fonte: Uslecce.it


© foto di Federico de Luca"E' giunto il momento di farmi perdonare dai tifosi giallorossi. Dopo aver segnato al Lecce in più di un'occasione ed aver parato addirittura un rigore a Vucinic con l'Udinese in una rocambolesca partita di Coppa Italia, spero di far gol con questa maglia alle altre squadre. Battute a parte, sia io che Loviso abbiamo accettato la proposta del Lecce con grande entusiasmo e con tanta voglia di far bene. La nostra non vuol essere una rivalsa contro il Torino, ma una rivincita nei confronti di noi stessi, a livello umano e professionale.
Qui a Lecce ho l'opportunità di ritrovare mister De Canio, un tecnico che ho avuto nell'Udinese: portando gioco, idee e spirito di gruppo, risultò fondamentale nel conseguimento di un'insperata salvezza e, l'anno successivo, la nostra squadra si rese protagonista di un grande campionato. Al mister avevo dato la mia disponibilità a trasferirmi a Lecce e, quando è arrivata la proposta da parte della società giallorossa, ho accettato senza pensarci due volte. Nel frattempo, avrei rifiutato anche l'offerta di un grande club di serie A, qualora fosse arrivata, perchè per me è molto importante mantenere la parola data. La trattativa ha dovuto superare qualche piccolo ostacolo da parte del Torino, ma alla fine siamo riusciti a trovare un'intesa.
Per me ha inizio una nuova avventura che mi permette di lasciare alle spalle qualche spiacevole episodio del quale non voglio più parlare. Intendo impegnarmi al massimo, lavorare scrupolosamente e fornire il mio contributo ad una squadra che sta facendo già benissimo. L'arma in più del Lecce è la forza del gruppo e ha avuto modo di dimostrarlo anche a Torino, reagendo con grande veemenza al gol subito allo scadere e costringendoci al pareggio dopo appena trenta secondi, in pieno recupero.
Il mio compito nel Lecce? Sono un attaccante che non ha un ruolo ben definito ma che, solitamente, spazia da destra a sinistra sul fronte offensivo e che, oltre a tentare la via del gol, cerca la sintonia con i propri compagni, facendo tanto movimento. Il mio auspicio, tuttavia, è quello di rendermi utile alla mia nuova squadra in questa seconda parte di campionato che, finora, ha visto squadre partite col favore del pronostico, come Reggina e Torino, incontrare notevoli difficoltà. La classifica, però, resta ancora molto corta: bastano, infatti, 3 vittorie di fila alle inseguitrici per riportarsi in alto. A noi tutto questo non deve interessare: dobbiamo cercare di andare avanti per la nostra strada dando continuità ai risultati.
Sono contento di questo trasferimento a Lecce anche perchè avrò l'opportunità di ritrovare quella tranquillità che ultimamente mi è mancata. Peraltro, conosco benissimo questa terra perchè ci sono venuto molto spesso in vacanza con mia madre, che è di origini salentine. E tifa Lecce".