Botta e risposta tra Bruno e la Juve. Guai ad attaccare CR7

03.11.2020 19:24 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
Botta e risposta tra Bruno e la Juve. Guai ad attaccare CR7
TUTTOmercatoWEB.com

Pasquale Bruno è sempre tagliente, prima falciava in campo, adesso lo fa con le parole dagli studi televisivi di Tiki Taka, dove ieri sera era presente nella trasmissione. L'ex difensore bianconero e granata se l'è presa con Ronaldo, che ancora non parla italiano.

"Cristiano Ronaldo è un ignorante. È in Italia da due anni e ancora non ha imparato a parlare la nostra lingua… Usa lo spagnolo per esprimersi. Non ha rispetto né per i compagni di squadra e né per gli italiani".

Ma la testata ilbianconero.com ha subito attaccato l'ex difensore per le sue parole: "Pasquale Bruno falciava tutto quello che si muoveva a filo d’erba, talvolta anche la palla, non le manda a dire. Lui continua a randellare. Non più coi piedi, ma con le parole. E d’altra parte il gettone di presenza alle trasmissioni televisive, in mancanza di opinioni tattico-tecniche, impone di fare il personaggio. Il suo, appunto, è quello del randellatore. Nel post partita con lo Spezia, Ronaldo è stato intervistato in spagnolo rispondendo in spagnolo, ma circa un anno fa, in occasione di un premio si era espresso in un parco italiano e attualmente parla correntemente 3 lingue: portoghese, spagnolo, inglese. Già con Ancelotti, al Real, comunicava in italiano, ma “O animale” deve avercela un po’ con la Juve che lo scaricò al Torino se già in precedenza aveva definito CR7 un “fighetto” insieme a un altro “fighetto” (Dybala). Non contento, l’ex difensore aggiunse che se avesse giocato lui, probabilmente Ronaldo non avrebbe toccato palla".

Chi ha ragione? Bruno in fondo ha ragione, sarebbe il caso che Ronaldo, per rispetto, parlasse italiano nelle interviste.