Ventura, un addio anticipato per chiudere con classe

07.03.2016 17:58 di Marina Beccuti Twitter:    vedi letture
Ventura, un addio anticipato per chiudere con classe
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

L'addio di Giampiero Ventura a fine stagione sembra essere una pista concreta, in virtù anche del fatto che il mister granata sembra essere il candidato numero uno a sostituire Antonio Conte come ct dell'Italia, con quest'ultimo che passerà al Chelsea. Vista l'amicizia tra i due, Conte non ha mai negato di essersi sempre ispirato al credo calcistico del tecnico genovese, è possibile che sia proprio l'attuale ct azzurro a fare il nome di Ventura come suo successore. Sarebbe la ciliegina sulla torta per la carriera del tecnico granata e una bella soddisfazione anche per il Toro concedere il suo tecnico più longevo alla Nazionale. Il compito non sarà dei più facili perchè Ventura erediterebbe l'Italia da portare ai prossimi Mondiali, in quanto Conte lascerà dopo gli Europei.

L'attuale stagione granata non è stata delle più facili e, nonostante siano rimasti i big come Peres, Glik e Maksimovic, insieme agli acquisti di giovani di prospettiva, il Torino non è stato all'altezza delle altre stagioni, con Ventura che non è riuscito a tirare fuori dal suo cilindro magico altri campioni, com'era invece successo in passato, alcuni dei quali ceduti per fare cassa ad ottime cifre (vedi Darmian). A dire il vero c'è stata anche l'involuzione per quei giocatori che hanno perso smalto rispetto all'anno scorso, come Glik e Peres, che comunque restano appetibili sul mercato. Per salvare baracca e burattini ci sono ancora una decina di partite da giocare al meglio e, perchè no, riscattare il derby in casa, che darebbe nuovi stimoli e farebbe dimenticare quello di Coppa Italia finito malamente.

Cairo ha finora sempre difeso e confermato Ventura, giustamente, per non destabilizzare l'ambiente, ma occorre anche creare un ponte tra passato e futuro, in Italia è difficile continuare con lo stesso tecnico per più anni, poi avviene l'assuefazione, i giocatori tendono a seguire meno il tecnico e si creano incomprensioni con l'ambiente. Considerando quanto di buono ha fatto Ventura in questi cinque anni è meglio lasciarsi senza polemiche e con un finale di stagione degno di quanto ha fatto. Non avrebbe senso lasciarsi in modo brutale, ma con una stretta di mano nel ricordo dei successi ottenuti che porteranno sempre la firma di Giampiero Ventura, un tecnico che, comunque andrà a finire, si collocherà tra i migliori della storia granata contemporanea.