Per il Toro fondamentale è il contributo di Bianchi

Da registrare la fase difensiva
04.05.2011 11:32 di Marina Beccuti  articolo letto 1421 volte
Fonte: www.osservatoriocalcioitaliano.it
© foto di Federico Gaetano
Per il Toro fondamentale è il contributo di Bianchi

Quattro giornate al termine della stagione, dodici punti a disposizione. In Serie B la volata playoff entra nel vivo. Varese e Novara, 61 punti ciascuna ed un vantaggio di 9 lunghezze sulla settima posizione, partono avvantaggiate rispetto alle inseguitrice ma con l’incognita della 39° giornata: la squadra allenata da Sannino farà visita alla Reggina, la compagine piemontese affronterà in trasferta il Crotone.

Sono sei le squadre raccolte in tre punti per due posti a disposizione, attualmente occupati proprio dagli amaranto di Atzori e dal Torino, entrambe a quota 53. La Reggina (da recuperare il match contro l’AlbinoLeffe sospeso sul risultato di 1 a 0 per i seriani) sviluppa una densità di gioco prevalentemente nella zona mediana del campo, costruendo le sortite offensive principalmente per vie centrali (38%). Le marcature dei calabresi vengono realizzate soprattutto ad inizio gara (il 23% nei primi 15’ minuti di gioco) e nella parte centrale della ripresa (tra il 16’ e il 30’ nel 23% dei casi). In evidenza Emiliano Bonazzoli autore di 15 reti (2 su rigore) in 26 presenze (media di un goal ogni 147 minuti giocati) che vale un IVG (Indice di Valutazione Giocatore) pari a 20.1, quinto miglior risultato nel suo ruolo tra i cadetti.

A parità di punti il Torino di Lerda, tra le prime sei della classe peggior difesa con 43 reti al passivo (media di 1.13 goal a partita). I granata, invece, risultano essere la terza forza del campionato per tiri nello specchio della porta avversaria (in media 5.1 a partita) e supremazia territoriale (media di 10':12"). Alla 38° giornata Rolando Bianchi (18 goal in 29 presenze) è il secondo miglior attaccante della serie cadetta per reti realizzate, media goal a partita (1.61) e Indice di Valutazione Giocatore (20.3 a pari merito con Cristian Bertani).

Lo rileva il Report n. 39/2011 dell’Osservatorio Calcio Italiano, website monitoring delle manifestazioni calcistiche in Italia.

Il Pescara occupa la settima posizione, in ritardo di un punto dalla zona playoff. Delle compagini in corsa per la massima serie i biancazzuri sono la squadra ad aver subito il maggior numero di sconfitte (14 in totale, 10 delle quali lontano dallo stadio Adriatico). Nelle restanti giornate l’undici allenato da Eusebio Di Francesco avrà due scontri diretti in casa (contro Livorno e Novara) dove ha raccolto 35 punti, a fronte di 10 vittorie e 5 pareggi (oltre il 67% dei 52 punti totalizzati finora). Segue il trio Padova-Livorno-Crotone a quota 50 punti. I veneti dovranno raccogliere l’intera posta in palio nei prossimi due turni (Ascoli e Sassuolo) per poi giocarsi le restanti chance di accesso ai playoff negli scontri diretti con Livorno (in casa) e Torino (all’Olimpico granata). Oltre allo scontro diretto dell’Euganeo, la squadra di Walter Novellino dovrà far visita anche all’Adriatico di Pescata. Per i toscani, abbordabili ma da non sottovalutare, gli incontri interni contro Piacenza e Frosinone. Nei restanti turni il Crotone riceverà in casa Novara (alla ricerca della matematica per l’accesso ai playoff) e Grosseto mentre farà visita a due squadre in piena lotta salvezza: Cittadella alla 40° giornata, Portogruaro alla 42°.

 

Osservatorio Calcio Italiano
Informazione, Ricerche, Approfondimenti e Studi riguardanti il panorama calcistico italiano.