Euro 2016, l'Italia ci riprova

10.10.2009 10:02 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: Asca
Euro 2016, l'Italia ci riprova
TUTTOmercatoWEB.com

Dovrebbero essere una decina i nuovi stadi da realizzare in vista della candidatura italiana per i prossimi europei di Calcio. E' quanto prevede il presidente del Credito sportivo Andrea Cardinaletti che oggi ha presentato a Torino nel corso dell'assemblea Anci, il progetto del nuovo stadio della Juventus che sara' ultimato nel 2011 e che gode appunto di un finanziamento del Credito sportivo per 50 milioni.

Secondo Cardinaletti i nuovi stadi potrebbero sorgere a Palermo, Cagliari, Napoli Bologna Firenze, Genova Verona e Roma, oltre che a Torino. Un impulso alla realizzazione dei nuovi impianti, ha spiegato, verra' dalla nuova legge sugli stadi appena approvata in Senato e che consente una corsia preferenziale per chi costruisce, con autorizzazioni rilasciate in tempi rapidi e un incentivo statale da 20 milioni per coprire gli interessi da mutui societari. ''Il modello dei nuovi impianti - ha spiegato Cardinaletti - dovra' essere diverso per ogni societa' e ogni citta' e dovra' essere il frutto di sinergie tra comuni, societa' sportive e Credito Sportivo ma soprattutto dovranno essere impianti in grado di generare ricavi''. A questo proposito il direttore commerciale della Juventus, Marco Fassone ha ricordato che mentre la Juve incassa attualmente circa 15 milioni dai biglietti, societa' come l'Arsenal e il Manchester sono a quota cento milioni.

Roberto Pella dell'Anci ha invece sottolineato la necessita' di un allentamento dei vincoli del patto di stabilita' proprio in riferimento alla sicurezza e all'impiantistica.