Torino, Verdi sogna una grande notte: è la prima contro il Napoli

06.10.2019 10:55 di Emanuele Pastorella   vedi letture
Torino, Verdi sogna una grande notte: è la prima contro il Napoli
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Venticinque milioni di euro e un assist, in poco più di un mese di Toro. Sono questi, per il momento, i numeri del Verdi 2.0 sotto la Mole: un po’ troppo poco, anche se è normale aver bisogno di tempo. Doveva ritrovare forma e convinzione, doveva inserirsi al meglio negli schemi di Walter Mazzarri. E la sua è stata una mini-escalation, con gli spezzoni contro Lecce e Sampdoria e le due maglie da titolare contro Milan e Parma. Nelle ultime due uscite, finalmente i primi segnali del vero Verdi: specialmente al Tardini, tra l’assist al bacio per Ansaldi e qualche altra giocata di qualità, il fantasista ha cominciato a far intravedere il suo talento. E Mazzarri se lo coccola, convinto che il classe ’92 sia sulla strada giusta: “Sta ritrovando brillantezza, voglio che le giocate di Parma diventino sempre più frequenti nell’arco di una partita” ha detto di lui il tecnico granata. E farlo stasera, proprio contro la sua ex squadra, varrebbe sicuramente doppio.

Partita speciale – E’ l’ex più fresco, l’ultimo ad aver attraversato la tratta Napoli-Torino, particolarmente trafficata nelle ultime stagioni specialmente nel percorso inverso. L’altro grande ex di giornata, Nikola Maksimovic, con ogni probabilità assente perché fermato da un problema muscolare. Dopo i lampi di luce a Parma, Verdi cerca un ulteriore salto di qualità: verrà confermato al fianco di Belotti nel tandem d’attacco, proverà a dare un dispiacere al suo mentore. Perché se è arrivato ad appena 180 secondi dal gong del mercato estivo, parte delle “colpe” è da attribuire proprio a Carlo Ancelotti: puntava molto sul ragazzo classe ’92 cresciuto nelle giovanili del Milan, poi però ha dovuto lasciarlo partire. Un tira e molla Cairo-De Laurentiis andato avanti per mesi, il patron partenopeo si è convinto di fronte ad un assegno da 25 milioni, la cifra più importante mai investita dall’editore alessandrino. Domenica sarà la prima da ex per Verdi, a caccia del primo gol dal ritorno sotto la Mole. Lo fece l’anno scorso, ma a maglie invertite: è fin troppo semplice quale possa essere il sogno del ragazzo per la sfida di questa sera.