Mercato, Bonifazi come Belotti: vi spieghiamo il perché

Due anni fa il Gallo è stato bloccato dalla clausola e nessuno l'ha voluto. Il difensore appena rientrato rischia di fare la stessa fine....
22.06.2019 20:50 di Federico Danesi   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Mercato, Bonifazi come Belotti: vi spieghiamo il perché

Rimanere con il cerino acceso in mano? Anche al Toro è successo e potrebbe succedere ancora con Kevin Bonifazi. Perché ci ricordiamo tutti bene l'estate di due anni fa e quella clausola da 100 milioni su Andrea Belotti che di fatto ha bloccato ogni possibilità di cessione del capitano anche se nemmeno troppo velatamente Urbano Cairo invece aveva sperato di centrare una clamorosa plusvalenza. Belotti è ancora lì, resterà in granata (fino a prova contraria) almeno per la prossima stagione, mentre il futuro di Bonifazi è tutto fa scrivere. Anzitutto la valutazione, che non è e non può essere quella di Belotti ma comunque balla tra i 16 e i 18 milioni. E da qui si parte per tutte le sue pretendenti, che però al momento si stanno sfilando. Il Milan al momento è molto più vicino a Ozan Kabak, turco dello Stoccarda, e la Roma sta seriamente pensando a Marc Bartra, ex Barcellona e Dortmund oggi al Betis. La Lazio, che pure sarebbe destinazione graditissima visto che lui ne è tifoso da una vita, ha altro per la testa e l'Atalanta eventualmente potrebbe farsi avanti solo in caso di cessione di Mancini. Così, chi rimane? Giusto quella SPAL che per ora l'ha dovuto salutare perché ha perso il controriscatto con il Toro eppure continua a sperare di rivederlo presto. A quel prezzo, difficile che gli emiliani si facciano avanti, ma con Fares in ballo un accordo è fattibile. Perché altrimenti quel cerino rischia di bruciare a vuoto.