Mazzarri: "Oggi mi sono arrabbiato: per l'Europa non potremo sbagliare nulla"

18.07.2019 17:58 di Emanuele Pastorella   Vedi letture
Fonte: nostri inviati a Bormio Elena Rossin ed Emanuele Pastorella
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Mazzarri: "Oggi mi sono arrabbiato: per l'Europa non potremo sbagliare nulla"

Il tecnico Walter Mazzarri ha parlato ai microfoni di Torino Channel, queste le sue dichiarazioni: "Uno degli obiettivi primari era non avere infortuni, purtroppo c'è stato l'infortunio di Lyanco. Il vero problema è che gli altri hanno già fatto partite ufficiali e saranno brillanti, mentre noi dovremo essere bravi a sviluppare il nostro gioco. Dovremo misurare le forze, gestendo le energie e anche riposandoci facendo girare il pallone. Abbiamo già cominciato a scaricare dopo il lavoro pesante, le preparazioni normali sono su 5-6 settimane, in quel caso oggi sarebbe stato normale essere appesantiti, peerchè avremmo avuto altre 3 settimane per carburare. Abbiamo però dei preparatori molto bravi, abbiamo organizzato diverse riunioni durante le quali abbiamo stilato un buon programma e tutti sanno che dovranno fare attenzione. Mi ritrovai in una situazione simile ai tempi della Sampdoria. Dovremo avere 11 titolari più 3 giocatori in buona forma per poter superare questo ostacolo. Un'altra variabile è che senza alcuni nazionali siamo numericamente pochi, ma per fortuna si è fatto male solo Lyanco. Millico sta crescendo, si è fatto trovare pronto, ma questo è un impegno importante: servono giocatori di esperienza, non si può sbagliare. In campionato si può rimediare, qui, su 180 minuti non si può sbagliare. E’ questa la vera difficoltà per una squadra che non è abituata a fare le coppe. Quest è un gruppo di ragazzi eccezionali, io guardo sempre molto anche all'aspetto umano. Anche chi ha giocato poco l’anno scorso poi è esploso, Berenguer e Lukic ne sono l’ esempio. Anche Meitè ha grandi margini di miglioramento. Abbiamo anima e unione, ma dobbiamo scordarci dell’anno scorso: dobbiamo ripartire con attenzione e professionalità. Ora l'importante è superare il primo turno, poi anche se ci saranno squadre più forti possiamo giocarcela con tutti una volta rotto il ghiaccio. Faccio un appello ai tifosi: ci aspetta una partita dura, vogliamo un blocco unico squadra-tifosi perché non possiamo sbagliare. Zaza-Belotti? Stanno bene insieme, è un bel gruppo. Oggi qualcuno mi ha fatto un po’ arrabbiare, a volte si gioca con leggerezza e questo non va bene perché paghiamo le "bischerate" che facciamo. Inizia una settimana tosta per i miei ragazzi, che dovremo affrontare con grande concentrazione per non sbagliare la partita di Alessandria".