LIVE Praet: "Juric mi vede come trequartista"

14.09.2021 14:35 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Dall'inviata al Grande Torino Olimpico Elena Rossin
Dennis Praet
TUTTOmercatoWEB.com
Dennis Praet

Il centrocampista Dennis Praet fra poco sarà presentato in conferenza stampa.

Com'è stato il primo impatto con il Torino?
"Non parlo italiano da due anni, ma ci provo (sorride, ndr). La giornata dell'arrivo al Torino è stata lunga, non ho avuto altro tempo che andare al centro medico per per le visite e poi sono subito ripartito per andare in Nazionale. Tornato ho conosciuto tutti e mi hanno accolto bene. C'è un gruppo affiatato e ne sono contento"

In quale ruolo si trova meglio?
"Posso giocare in mediana o sulla trequarti, in Nazionale abbiamo lo stesso modo di giocare di Juric All'inizio ho fatto il centrocampista e poi mi sono spostato più avanti. Sono duttile e posso ricoprire più ruoli"

Che impressione le ha fatto Juric?
"E' molto bravo. Vuole che pressiamo alto e il gioco che propone mi piace. La squadra è offensiva e non aspettiamo gli avversari. Ho parlato con Linetty prima di venire qui e mi aveva detto queste cose"

Come mai ha scelto il Torino?
"E' un grande club. quando giocavo alla Sampdoria faticavamo ad affrontare il Torino che era una squadra fisica. Ora ci sono tanti giocatori forti e c'è il potenziale per fare bene che è poi il nostro obiettivo"

L'anno scorso si parlava di un suo trasferimento al Toro, ma non se ne fece nulla. Quest'anno invece il trasferimento è andato in porto, cos'è cambiato?
"La situazione era differente, ma non c'era mai stato qualcosa di concreto. Giampaolo mi mandò messaggi, ma non c'era la possibilità di partire. Quest'estate è stato  diverso potevo andare via e sono venuto qui"

Che rapporto ha con Linetty?
"Abbiamo giocato insieme nella Sampdoria e ci siamo sempre tenuti in contatti. L'ho sentito e mi ha parlato molto bene del Torino, dei compagni e dell'allenatore".

Che cosa le chiede di fare Juric in campo?
"Di agire sulla trequarti dietro la punta. Devo fare il mio gioco con qualità e quantità e cercare anche di essere decisivo in zona gol"

Quanto è importante ritrovare Belotti?
"Lo conosco bene, è il capitano e domenica abbiamo sentito l'affetto dei tifosi per lui. Belotti è importante per la squadra. Non mi sono ancora allenato con lui e spero che torni presto. Mi auguro di fare bene insieme"

Dove può arrivare questo Torino?
"Dobbiamo guardare partita per partita. Le ultime stagioni non sono state al livello del Toro e dobbiamo fare meglio cercando la continuità dei risultati. Possiamo fare bene"