LIVE – Cairo: “Daremo a Nicola qualche rinforzo. Presto ci incontreremo per Belotti"

21.01.2021 13:35 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Dall'inviata al Grande Torino Olimpico Elena Rossin
Urbano Cairo
TUTTOmercatoWEB.com
Urbano Cairo
© foto di Image Sport

Il presidente del Torino, Urbano Cairo, ha presentato il nuovo allenatore Davide Nicola ecco che cosa ha detto nella sala conferenze dello stadio Grande Torino Olimpico:

"Buongiorno, non mi fa effetto vederlo qui, anche perché siamo sempre rimasti in contatto dal 2005-06. Era un capitano senza fascia, faceva gruppo e abbiamo sempre avuto un bel rapporto. Rivederlo mi ha fatto piacere, ma oggi non è una bella giornata perché è stato esonerato un allenatore ed è sinonimo di fallimento, tutti ci hanno messo del loro per non fare funzionare le cose. Mi spiace che non abbia funzionato con Giampaolo ero legato  lui e mi avrebbe fatto piacere cominciare un nuovo ciclo, gli auguro il meglio. Spiace che quest'anno non ci sia il pubblico allo stadio che ci dà la spinta e anche per questo non abbiamo vinto ancora una partita in casa. Mi fa piacere essere qui con Davide che rende questa giornata positiva come quando vincemmo con il Mantova e tornammo in serie A. Lo stimo e ha dimostrato di saper fare bene in panchina. Ha una grande carica ed empatia con i calciatori e questo è un punto a favore. Faccio a Davide un in bocca al lupo".

Che cosa l'ha delusa di più?
"Oggi è più importante pensare a ciò che di buono possiamo fare".

Darà qualche rinforzo a Nicola?
"Sì, gli daremo qualche giocatore. Nicola ha parlato con Vagnati e lavoreremo per accontentarlo".

Ha qualche critica da farsi?
"E' evidente che essendo il presidente e con un 2020 molto negativo per noi mi assumo la responsabilità di ciò che è stato fatto. Dal 2011 con Ventura al 2020 abbiamo cambiato tre allenatori e nell'ultimo anno si sono susseguiti quattro allenatori, Mazzarri che volle andarsene, Longo che ottenne l'obiettivo minimo e poi Giampaolo che è arrivato con positività e che avrebbe dovuto iniziare un nuovo ciclo e non è stato così e adesso c'è Nicola. Giampaolo fu accontentato nelle richieste in gran parte, non potendo arrivare a Torreira fu lui che disse che Rincon gli andava bene ed era meglio di altri nomi che circolavano. La stagione di Giampaolo si è conclusa male e mi dispiace. Ma come in tutte le cose bisogna valutare tutto in modo razionale: da quando siamo tornati in serie A nel 2012, abbiamo fatto due settimi posti e tre noni posti. Il 2020 è stato un anno in cui abbiamo fatto malissimo e siamo qui per migliorare. Ma in nove anni, dal 2012 al 2020, si è sbagliata una stagione più questa che è ancora in corso. Sono il primo responsabile, ma quando le cose sono andate bene forse qualche merito mio c'è stato".

Come è arrivato a scegliere Nicola?
"Cosa ha fatto da allenatore mi ha colpito positivamente, dalla promozione con il  Livorno alla salvezza con il Crotone e nella stagione scorsa con il Genoa, e dare un'opportunità a una persona che conosco e stimo e che poteva dare una mano al Toro mi ha fatto scegliere lui non la componente affettiva e si potrà andare anche oltre questo campionato".

Ventura può tornare al Torino da dirigente?
"Siamo rimasti in contatto, ma non l'ho mai visto in una veste differente da quella dell'allenatore".

Cosa ci si può aspettare dal mercato?
"L'obiettivo è chiaro con Nicola che ha parlato molto con Vaganti. A me Nicola non ha chiesto cose specifiche, ma le idee sono chiare e non dipendono dalla partita con il Benevento. Bisogna concretizzare velocemente e Vagnati è all'opera sul mercato”

Il rinnovo di Belotti è in dirittura? Può essere legato al passaggio di Meïté al Milan?
"Vagnati è in contatto con il procuratore di Belotti e nei prossimi giorni lo incontrerò anch'io e cercheremo un punto d’incontro. La cessione di Meïté al Milan non ha nulla a che vedere con qualsiasi altro giocatore".

Quanti giocatori potranno arrivare compatibilmente con le dinamiche di mercato e le richieste di Nicola?

E' intervenuto Nicola dicendo che poiché è arrivato da tre giorni vuole prima valutare i giocatori che ci sono e se avesse fatto richieste significherebbe che non si fida di chi c'è per cui non ha fatto ancora alcuna richiesta. La partita di domani sarà utile appunto per valutare.

La conferenza è terminata