Le pagelle di Torino-Fiorentina: Brekalo bomber con una doppietta. Bene Singo che ha sbloccato il risultato e Sanabria che è tornato a gol. Gemello tranquillo come un veterano al debutto in A

10.01.2022 19:23 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Josip Brekalo
TUTTOmercatoWEB.com
Josip Brekalo
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Gemello: 6,5 All’esordio in Serie A è sembrato un veterano seppur facilitato dal fatto che la Fiorentina non l’ha mai seriamente impegnato nel primo tempo e nel secondo si è sempre fatto trovare pronto, anche se i tiri dei viola non sono mai stati imprendibili. Con i piedi ha gestito bene la palla senza dare impressione di essere emozionato (3’). Su sviluppo da calcio d’angolo battuto da Biraghi, non ha dovuto intervenire sul colpo di testa di Gonzalez finito oltre il palo e lievemente deviato da Djidji (25’). Servito da Odriozola, Vlahovic non gli ha creato problemi poiché la girata del serbo è stata troppo debole (26’). Su retropassaggio un po’ avventato di Rodriguez è arrivato sulla palla prima di Vlahovic (35’). Il sinistro di Braghi era altissimo per impensierirlo (38’). Ha bloccato a terra la conclusione centrale e non di potenza da fuori area di Saponara (53’). Gonzalez dopo aver stoppato la palla con il piede si è girato e di sinistro non ha inquadrato la sua porta (56’). Gonzalez ha provato a beffarlo tentando il tiro con palla che si abbassava senza riuscirci e recapitandogli solo la sfera (69’). Ancora Gonzalez con una schiacciata di testa che lui distendendosi ha respinto con i pugni (71’). Di nuovo Gonzalez prova a metterlo in difficoltà però scivola al momento del tiro e manda ampiamente a lato (75’). In presa bassa ha peso il cross in mezzo dal fondo di Ikoné (86’). Non è stato un problema per lui arrivare sul cross di Maleh di poco deviato da Rodriguez (90’).

Djidji: 6,5 Attento e bravo nel leggere le situazioni. Non si è fatto superare in velocità da Gonzalez controllando così l’avversario (2’). Ha chiuso sul lancio di Biraghi per Gonzalez (9’). Su punizione battuta da Brekalo, il suo colpo di testa è stato tropo debole e Terracciano ha parato con facilità (14’). Ha lievemente deviato il colpo di testa di Gonzalez (25’). Su colpo si tacco di Vlahovic per Gonzalez ha liberato l’area (33’). Con un intervento pulito ha fermato un’azione personale di Vlahovic (42’).

Bremer: 7 Il confronto con Vlahovic e con gli altri viola  li ha ampiamente vinti lui facilitato dal fatto che gli avversari erano decisamente sottotono. In collaborazione con Rodriguez ha fermato Vlahovic (11’). Scegliendo bene il tempo ha messo in fuorigioco Vlahovic (41’). Ha verticalizzato per Brekalo (49’). Ha murato la conclusione con il mancino da fuori di Biraghi (50’). Ha allontanato di testa il cross di Biraghi (86’). Ha fermato Kokorin sul filtrante di Bonaventura (89’).

Rodriguez: 6 Non si è fatto mai sorprendere, anche se nella ripresa Gonzalez lo ha tenuto un po’ in apprensione. In collaborazione con Bremer ha fermato Vlahovic (11’). Il suo retropassaggio un po’ avventato avrebbe potuto mettere in difficoltà Gemello (35’). Ha deviato di poco il cross di Maleh (90’).

Singo: 7 Ha incanalato positivamente la sua forza fisica e anche sbloccato il risultato dando il via alla vittoria del Toro. Su cross di Brekalo, la sua conclusione al volo non ha inquadrato lo specchio della porta (12’). Gonzalez lo ha anticipato con la punta del piede (15’). Sul cross di Vojvoda, ha anticipato Castrovilli e di testa ha trafitto Terracciano sbloccando il risultato (18’). Ha liberato di testa l’area sull’angolo calciato da Biraghi (66’). (Dall’ 87’ Zima: n.g.).

Lukic: 6,5 Un lavoro sporco il suo a centrocampo, ma oltremodo utile e un bell’assist per Brekalo. Castrovilli lo ha eluso (9’). Ha vinto un rimpallo con Quarta e dopo aver saltato Milenkovic ha servito al centro Brekalo che ha segnato (23’). Bello lo scambio con Sanabria (28’).

Mandragora: 6,5 E’ stato il cervello del centrocampo e ha anche servito un bell’assist a Sanabria. Ha rimontato Castrovilli (9’). Ha allontanato dal primo palo la punizione calciata da Biraghi (56’). Ha servito con precisione nello spazio Sanabria che poi ha segnato (59’). Il suo cross è stato respinto da Igor (81’).

Vojvoda: 6,5 Ha dato sicurezze sulla sua fascia di competenza. Ha calibrato perfettamente il tiro verso il secondo palo in occasione del gol di Singo (18’). Torreira si è liberato di lui è ha ratto ripartire i suoi (40’). Ha provato a servire Sanabria, ma lo ha preso in controtempo (44’). Ha mandato in angolo il tentativo di Castrovilli di servire Odriozola in sovrapposizione (67’). Ha calibrato un buon cross (77’).

Praet: 6 Ha spaziato sulla trequarti e dettato i tempi in attacco, anche se non si è reso pericoloso ed è stato meno in luce rispetto ad altre occasioni. Ha provato a trovare spazio, ma Quarta non glielo ha permesso (17’). Il suo cross è stato deviato in angolo da Biraghi (64’). (Dal ‘78 Pobega: n.g. Il suo sinistro, un po’ troppo centrale, è stato bloccato in due tempi da Terracciano (85’)).

Brekalo: 7,5 Prima doppietta in Serie A condita da una più che buona prestazione. Buon cross in mezzo (12’). Da fuori area ha calciato la punizione indirizzandola verso il secondo palo (14’). Su assist di Lukic ha segnato di sinistro il gol del raddoppio (23’). Su un retropassaggio errato di Callejon per Terracciano si è avventato sulla palla e dopo aver saltato il portiere, uscito dall’area, di sinistro ha segnato a porta ormai vuota (30’). Su verticalizzazione di Bremer, ha incrociato col sinistro in diagonale e Terracciano ha parato  in due tempi (49’). Di tacco ha dato il la all’azione che ha portato al gol di Sanabria (58’). Dopo essere rientrato sul desto il suo tiro è stato murato da Milenkovic (66’). (Dal ‘78 Pjaca: n.g.).

Sanabria: 6,5 Si è impegnato nell’andare sulla palla e ha fatto un bel gol. Su lancio lungo di Gemello, Odriozola lo ha anticipato indirizzando la palla a Terracciano (5’). Sul cross di Brekalo, Quarta ha saltato più in alto di lui (12’). Bello il suo scambio con Lukic (28’). Vojvoda nel tentativo di servirlo lo ha preso in controtempo (44’). Igor se l’è perso e lui passando fra l’avversario e Saponara ha poi saltato Terracciano e di sinistro ha segnato il quarto gol del Toro (58’). Su cross di Vojvoda, Igor è saltato più in alto di lui (77’). (Dall’ 87’ Warming: ).

Ivan Juric: 8 La sua squadra ha risposto alle avversità con determinazione, grinta e cuore proprio come vuole lui, che ha preparato al meglio la partita. Formazione in buona parte dettata dal Covid, sono ancora 3 i giocatori positivi fra i quali Ansaldi e altri 3 si sono negativizzati da pochissimi giorni, dagli infortuni di Belotti e Edera, dall’assenza giustificata di Aina, è impegnato con la Nigeria in Coppa d’Africa, e dal recupero in extremis, problema muscolare al flessore sinistro, di Berisha. Quindi in porta, al debutto in Serie A, c’era il giovane Gemello. La linea difensiva formata da Djidji, Bremer e Rodriguez. Sulle fasce nessuna alternativa a Singo e Vojvoda e in mezzo al campo ha optato per Lukic e Mandragora con Pobega in panchina. In attacco alle spalle della punta Sanabria i due trequartisti Praet e Brekalo con Pjaca anche lui in panchina. La maggior parte dei giocatori ha svolto solo 7 allenamenti dal rientro delle vacanze natalizie e alcuni anche meno.
Spesso sulle seconde palle la Fiorentina arrivava prima e ha fatto maggior possesso palla e più tiri in porta, ma ha commesso tanti errori e non è sembrata in partita, mentre la sua squadra fin dall’approccio è stata quasi perfetta e ha sfruttato al meglio le occasioni capitate andando sul tre a zero già nel primo tempo. Nella ripresa i suoi hanno continuato sulla falsariga del primo tempo e hanno impedito alla Fiorentina di provare a riprendersi segnando anche un altro gol.     

FIORENTINA: Terracciano: 5; Odriozola: 5,5; Milenkovic: 5,5; Martinez Quarta: 4,5 (dal ‘46 Igor: 5); Biraghi: 5,5; Bonaventura: 5; Torreira: 5; Castrovilli: 5,5 (dal ‘73 Maleh: 5,5); Callejon: 4,5 (dal ‘46 Saponara: 5,5); Vlahovic: 5 (dal ‘73 Kokorin: 5,5); Gonzalez: 4,5 (dal ‘78 Ikoné: n.g.).
Vincenzo Italiano: 5.

Arbitro Livio Marinelli: 6 Corretto nelle decisioni da prendere. Ha ammonito: Singo che gli stava andando via (13’), Djidji per un intervento da dietro in ritardo su Gonzalez (29’), Vojvoda per aver fermato irregolarmente Gonzalez (54’), Igor per un intervento in ritardo su Lukic (63’).