Le pagelle di Torino-Entella: bene Zaza. Buongiorno e Segre non hanno tradito la fiducia

26.11.2020 16:27 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Dall'inviata al Grande Torino Elena Rossin
Simone Zaza
TUTTOmercatoWEB.com
Simone Zaza
© foto di Image Sport

Milinkovic-Savic: 6 Più che altro ha contribuito nel giro palla arretrato. Buona la sua uscita su Mancosu (14’). De Luca era in fuorigioco, spizzata di Mancosu su cross di Coppolaro, e così il gol è stato annullato (39’). E’ stato a respingere con i pugni una punizione (42’). Non ha avuto nessun problema a fermare il destro di Petrovic (53’). Altra buona uscita ad anticipare Petrovic lanciato da Schenetti (58’).   

Izzo: 6 Ha fatto ciò che doveva. Attento nell’intercettare e far subito ripartire l’azione (2’). Bello il suggerimento per Bonazzoli (57’). (Dal ‘76 Bremer: n.g. Buono il recupero su Brunori (77’)).

Buongiorno: 6,5 Un po’ teso all’inizio poi è cresciuto alla distanza. Indubbiamente attento nel rispettare le consegne ricevute, ma un po’ più di iniziativa poteva anche starci, comunque una prestazione positiva la sua e senza tradire la ficucia accordatagli. Tempestivo nell’intercettare e poi prudentemente, vendendo gli spazi chiusi, ha scaricato su Izzo (3’). Puntuale nel fermare correttamente Petrovic (55’). Su calcio d’angolo è stato anticipato di un nonnulla nello spedire la palla in rete (73’).  

Rodriguez: 6 Ordinaria ammisi trazione in una partita con un avversario di una categoria inferiore. Si è visto negare il gol da Russo che ha tolto dall’incrocio la sua punizione battuta da circa 25 metri (21’). Buona la chiusura su Cardoselli e la ripartenza dal fondo (43’).

Edera: 6 Un po’ più di precisione sottoporta non avrebbe guastato. Dopo essersi accentrato ha tentato il tiro, ma non ha inquadrato lo specchio della porta (7’).  Bravo nel recuperare palla e conquistare il calcio d’angolo (37’). Poteva calciare meglio la punizione (48’). Troppo fuori misura la sua conclusione da fuori area (52’). Bella manovra quella con l’apertura per l’accorrente Murru (72’).

Meïté: 6 Ha svolto il compito senza infamia e senza lode. Ha tirato di destro dalla distanza, dopo essersi ben liberato, e la palla è uscita non di molto (16’). (Dal ’63 Rincon: 6 Per lui un buon allenamento in vista della Sampdoria. Si è posizionato in cabina di regia con Segre che si è spostato a fare la mezzala. Preciso il lancio per Murru (87’)).       

Segre: 6,5 Prestazione lineare e senza sbavature forse un pizzico di intraprendenza in più poteva mettercela e ha coronato il sogno di essere per la prima volta il capitano del Toro. Mancosu in scivolata lo ha fermato (25’). Toscano con una buona giocata lo ha messo un po’ in difficoltà (43’). Quando è entrato Rincon è andato a dare la mezzala destra e l’uscita di Meïté gli ha regalato la fascia di capitano  (63’). (Dal ‘90+,1’ Horvath: n.g. Per lui il ricordo dell'esordio in prima squadra).

Linetty: 6 Ordinaria e senza nessun acuto la sua prestazione, a parte un tiro. Deviato il suo cross su passaggio di Murru (4’). Buono la palla che ha recapitato a Murru in corsa (47’). Vicinissimo al gol con un diagonale da fuori area che ha fatto la barba alla base del palo (50’). (Dal ‘63 Ansaldi: 6 Ha fatto il suo. Buono il cross per Bonazzoli (79’)).    

Murru: 6 Bravo nel vedere il taglio di Zaza e nel servirlo in occasione del gol che ha sbloccato il risultato (28’). Poi ha mandato in fallo laterale il suo cross (47’). Si è fatto rubare palla da Toscano (60’). E stato anticipato da Pellizzer sull’apertura di Edera (72’).

Bonazzoli: 6,5 Un gol lo ha segnato, ma poteva fare di più. Di tacco ha passato palla a Zaza che gliela ha restituita e lui ha insaccato (30’). Al limite Toscano lo ha anticipato prima che tirasse in porta (38’).  Prima ha centrato un difensore poi per fortuna ha buttato la palla in rete (30’). Peccato che fosse in fuorigioco in occasione del bel suggerimento di Izzo (57’). Bella la rovesciata, ma la palla dopo essere rimbalzata sul terreno è finita anche se di poco alta (79’). Peccato che abbia perso palla perché poteva essere una buona ripartenza (82’). Buono il suo recupero palla (85’). Coppolaro lo ha chiuso sul lancio di Rincon (87’).

Zaza: 7 In assenza di Belotti ne ha fatto le veci trascinando la squadra. Lanciato a rete era però in fuorigioco, rilevato dall’arbitro e dai suoi assistenti (18’). Con un buon taglio ha eluso la difesa avversaria e si è messo nella condizione di essere in una buona posizione per ricevere da Murru e poi ha freddato Russo sbloccando il risultato (28’). Rapido sui due centrali nel giocare il pallone ricevuto da Bonazzoli e nel saltare il portiere per poi restituire la sfera a compagno per il gol del due a zero (30’). Ha tirato sulla barriera la punizione (61’). Ha intercettato bene la palla sulla trequarti però poi ha sbagliato il tiro e fatto fallo sul portiere (66’). (Dal ‘76 Millico: n.g.).  

Francesco Conti: 6 L’imperativo categorico per la squadra  era passare il turno e disputare una partita senza patemi dovuti ad errori marchiani: il primo obiettivo è stato raggiunto e il secondo anche, ma un po’ più di intraprendenza nelle giocate e velocità nella manovra non avrebbe guastato. Non essendo mutata la situazione degli infortunati, Baselli, Belotti e Verdi, e degli indisponibili, Ujkani, Vojvoda, Gojak e Lukic oltre all’allenatore Giampaolo ancora a casa a causa della positività al Covid, come in campionato con l’Inter ha riproposto  di concentro con il mister il 3-5-2 con qualche avvicendamento trattandosi di Coppa Italia e di un avversario che milita in serie B ed è in fondo alla classifica della cadette ria. Spazio quindi a Vanja Milinkovic-Savic in porta, Izzo e Buongiorno in difesa, Edera esterno destro e Segre in cabina di regia a centrocampo e Bonazzoli e Zaza in attacco con Rodriguez terzino sinistro, Murru esterno a centrocampo a dar manforte anche Meïté e Linetty.  Fin da subito i suoi hanno avuto il pallino del gioco e sono andati in pressione, ma l’Entella chiudeva tutte le linee di passaggio e la manovra per avanzare risultava lenta, macchinosa e con troppi retropassaggi. L’aver gestito il gioco era il minimo sindacale.    

VIRTUS ENTELLA: Russo: 5,5; Bonini 5,5: (dall’ ’81 Mazzocco: n.g.); Pellizzer: 5; Chiosa: 5,5 (dal ‘32 Poli: 5,5); Coppolaro: 5; Toscano: 5; Morosini: 5 (dal ‘46 Schenetti: 5,5); Crimi: 5; Cardoselli 5,5: ; Mancosu: 5 (dal ‘46 Petrovic: 5,5); De Luca: 5,5 (dal ‘61 Brunori: 5,5).
Vincenzo Vivarini: 5,5.

Arbitro Daniele Paterna: 5,5 Un dubbio sul gol annullato a De Luca. Corretta l’ammonizione a Toscano che nel tentativo di fermare in scivolata Segre ha commesso fallo di mano (15’), anche l’aver fermato Zaza che era in fuorigioco (18’) e il giallo a Crimi per una trattenuta ai danni di Bonazzoli (27’). Non c’è il Var nelle gare di Coppa Italia e il gol annullato per fuorigioco a De Luca lascia qualche dubbio (38’).