Juric resta incagliato a Cagliari: i granata non sono squadra da trasferta

07.12.2021 09:30 di Emanuele Pastorella   vedi letture
Juric resta incagliato a Cagliari: i granata non sono squadra da trasferta
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

C’è poco da fare, il Toro non è proprio squadra da trasferta. I granata tornano anche dalla Sardegna senza il bottino grosso, contro l’ex Mazzarri finisce “solo” 1-1. L’unico squillo rimane quello di Reggio Emilia di metà settembre, la squadra di Juric continua a rimanere nel limbo del centro classifica, fallendo ancora una volta il salto di qualità che permetterebbe di guardare la graduatoria con maggiore tranquillità. Juric fa due cambi rispetto alla rimonta subita nel turno infrasettimanale: Singo è squalificato e sulla destra c’è Aina con Vojvoda a sinistra, mentre Pjaca e Brekalo spediscono Praet in panchina per agire sulla trequarti dietro all’unica punta Sanabria. E’ il solito Toro da trasferta già dai primi minuti anche in Sardegna, con la squadra che non attacca a testa bassa come è solita fare all’Olimpico Grande Torino. Eppure, il vantaggio arriva alla mezz’ora: il tiro dalla distanza di Pobega non è irresistibile ma Cragno respinge corto, Sanabria si tuffa sul pallone e nel rimpallo con Carboni fa 0-1. Le ammonizioni dei due centrocampisti costringono Juric a cambiare i piani, così la ripresa comincia con Baselli al posto di Pobega.

Solo un punto
Ma la squadra di Mazzarri, deludente nel primo tempo, rientra dagli spogliatoi con un altro piglio. E inizia anche il duello tra Milinkovic-Savic e Joao Pedro: il servo si supera sul colpo di testa dell’attaccante, pochi minuti dopo il brasiliano si inventa una rovesciata imparabile per il portiere. L’1-1 dà fiducia ai rossoblu, gli ospiti superano il momento critico e Juric getta nella mischia Rodriguez, Zaza e Praet. E se l’ex Valencia combina poco, il belga entra con il piglio giusto: sfiora il raddoppio con un sinistro che esce di centimetri, inventa un tocco sotto per Baselli ma il centrocampista calcia alto. Nel finale succede poco, il punticino non permette né a Juric né a Mazzarri di essere particolarmente soddisfatti. E il rendimento esterno dei granata resta molto deludente, anche contro la terzultima forza del campionato.