Il Toro a Parma torna al successo dopo due mesi. Crociati in caduta libera e ancora a secco

03.01.2021 17:20 di Redazione TG   vedi letture
Fonte: S.Lorini per Tmw
Il Toro a Parma torna al successo dopo due mesi. Crociati in caduta libera e ancora a secco
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Imago/Image Sport

Dopo due mesi il Torino torna al successo in Serie con il 3-0 rifilato al Parma: i granata sbancano il Tardini di Parma nella prima gara del 2021, confermando i segnali di crescita dell'ultimo periodo e vincendo uno scontro diretto importantissima in ottica salvezza, che consente anche il sorpasso in classifica al Crotone e l'aggancio a Spezia e Genoa. Per i ducali invece notte fonda: il gol in casa manca da oltre due mesi e la squadra di Liverani fatica anche ad andare al tiro, come dimostrano i numeri offensivi deficitari.

Dopo otto minuti ecco il primo gol del 2021 granata: una ripartenza spinge la formazione di Giampaolo ad un 5 vs 4 orchestrato da Belotti, il cui assist taglia a metà la retroguardia di casa, spedendo Singo a tu per tu con Sepe. Destro pulito e portiere battuto, per i crociati il nuovo anno inizia malissimo, un po' come era finito il vecchio. La reazione dei ducali è inconsistente (non a caso oggi fanno 70 giorni dall'ultimo gol casalingo, ndr): si segnalano un tentativo di testa di Kucka e un sinistro di Cornelius, ma Sirigu non tocca mai la sfera, così come Sepe, inoperoso fino al duplice fischio del signor Doveri. L'ultima occasione della gara è per Belotti, che si attarda però nell'andare al tiro, venendo anticipato dall'uscita bassa del portiere ex Napoli.

Nella ripresa il copione tattico della gara non cambia: tanto sterile possesso palla per i padroni di casa, ma occasioni tutte granata. Verdi avrebbe sul destro la palla per chiudere il discorso tre punti all'ora di gioco, ma l'ex Napoli dimostra ancora tanta imprecisione. Liverani gioca il tutto per tutto inserendo Inglese, Busi e Sohm, con l'attaccante che va ad affiancare Cornelius in area. Ed è proprio il centravanti di Lucera ad impegnare per la prima volta Sirigu, al 67° minuto. Il Parma è ancora pericoloso cinque minuti dopo: Karamoh col sinistro chiama alla parata in distensione, mentre nell'area Belotti si divora il 2-0 sparacchiando su Sepe. E' solo questione di tempo, perché il bis arriva allo scadere dei novanta minuti: lo segna Izzo, già autore dell'ultimo gol granata nel 2020, ancora con uno stacco vincente su corner. C'è ancora tempo per il primo sigillo di Gojak, che in pieno recupero sfrutta al meglio una verticalizzazione di Belotti, oggi in versione assist-man, per battere sul secondo palo Sepe con un destro violento e preciso.