E se Cairo facesse l'acquisto del secolo?

17.01.2020 17:08 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
E se Cairo facesse l'acquisto del secolo?

Siamo arrivati a metà gennaio e in casa Toro ci sono solo chiacchiere per quanto riguarda il mercato, affari zero, se non qualche cessione di livello minore. Non c'è da aspettarsi molto, fino a che non parte qualcuno, se mai partirà, non arriverà nessuno e, a quanto pare, Mazzarri non si strappa i capelli dalla disperazione, perchè lui vuole una rosa corta di cosiddetti aficionados, da gestire al meglio.

Cairo potrebbe pensare di fare una spesa che tutti si aspettano da tempo, che taciterebbe l'ambiente e darebbe al presidente quella passione che lui vorrebbe sentire, ma finora non c'è stata. Braccino corto è il nomignolo ormai consolidato datogli dall'ambiente calcistico, non è poi così dispregiativo, perchè piuttosto che fare debiti enormi, è meglio restare nei parametri finanziari, però qualcosa in più Cairo potrebbe fare. Un regalo che farebbe ai tifosi, ma soprattutto alla sua società, che avrebbe un valore in più, anche in caso di cessione, perchè Cairo non rimarrà a vita il presidente granata.

L'acquisto del Filadelfia da parte del presidente metterebbe fine a tante polemiche e a tante questioni politiche. Il Torino Fc avrebbe un suo immobile e finalmente il Torino potrà fare tutti i lavori pertinenti, velocizzando anche le procedure. Il Filadelfia è un bene soprattutto del Torino Fc e dei suoi tifosi, che magari possono parteciparvi alla sua gestione comprando delle quote attraverso la Fondazione, che dovrà rimanere per vigilare che il Filadelfia non venga lasciato ad una nuova decadenza.

Il Fila è un bene della squadra granata, i tifosi si identificano nel campo mistico e capirebbero la scelta di Cairo. Per prendere un giocatore scarso, meglio rinunciarvi per comprare il Fila. Alla fine non costa più di un giocatore, che magari arriva e non gioca.