Visto dalla curva, chi se lo ricordava?

20.09.2009 16:08 di Marina Beccuti   vedi letture
Visto dalla curva, chi se lo ricordava?
TUTTOmercatoWEB.com

Elvis Bogetti

 

Anche questa volta il Torino ha sfoderato una prestazione concreta e determinata, non esprimendo ancora un calcio spumeggiante e divertente come potrebbe essere considerato quello Barcellona, ma che ha portato la squadra a vincere, per la terza volta su quattro gare, 3 a 0 sugli avversari , che alla quinta giornata ci vede soli al comando, con il miglior attacco e con un nostro giocatore (Rolando Bianchi)
capocannoniere: chi se lo ricordava?


Il fatto positivo è soprattutto che i 3 a 0, contro Grosseto e Salernitana, sono arrivati in trasferta, il che significa che il Toro ha cambiato mentalità e ha cominciato a pensare diversamente: il tutto grazie a Stefano Colantuono il quale ha saputo trasmettere quel carattere che da tempo non vedevamo. E in più onore al Mister che ha saputo prendere David Di Michele nel verso giusto e lo ha capito, responsabilizzato e fatto tornare ai livelli che noi, sinceramente, non avevamo mai visto. Complimenti al capitano, migliore in campo, il quale continua a scattare in attacco, correre a centrocampo a prendersi la palla e proporre per le punte e ritornare in difesa per aiutare i compagni.


Prestazione positiva anche del redivivo Diana che, negli ultimi tempi, si era perso nel sottoscala degli spogliatoi e di Gasbarroni (purtroppo non ha segnato ma ha avuto parecchie occasioni come il cucchiaio non riuscito, la punizione fuori di un centimetro e il palo a fine partita). Poche le occasioni di paura, peccato che siano venute tutte e due da delle incomprensioni in difesa tra Ogbonna e Sereni. Comunque
il risultato ha dato ragione al Toro e questo è quello che conta. Adesso attendiamo la prossima gara, che in questo campionato spezzatino, si giocherà contro il Padova di martedì sera, nella speranza di un altro 3-0.