Undicesima giornata di allenamenti a Sappada

Al mattino corsa e passaggi con marcature. Ogbonna si è unito ai compagni. Lavoro differenziato per D'Ambrosio, Pagano, Gorobsov, Brighi e parzialmente per Basha. Al pomeriggio esercizi per il controllo palla e tattica.
24.07.2012 19:45 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per TorinoGranata.it
Undicesima giornata di allenamenti a Sappada
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Alle 9,23 è iniziato il lavoro per la truppa granata che si è recata nel locale sopra lo spogliatoio per il risveglio muscolare e dopo diciassette minuti si è spostata in campo per la consueta corsa sotto un sole splendente e una temperatura decisamente calda. Con i compagni anche Angelo Ogbonna che ha terminato le vacanze dopo l’Europeo ed è arrivato ieri a Sappada a metà pomeriggio, subito si è recato a correre nei boschi per sgranchirsi le gambe dal viaggio. Finiti i giri di campo di corsa, Innocenti ha fatto eseguire il salto degli ostacoli prima bassi poi più alti a tutti, tranne un gruppetto composto da Basha, D’Ambrosio, Pagano, Brighi, Gorobsov e Ogbonna che alle direttive di Bellini hanno eseguito a parte prima il salto degli ostacoli solo alti e poi gli esercizi alle scalette. Alle 10 i portieri con il loro preparatore Zinetti si sono dedicati a un allenamento specifico, mentre la maggior parte dei compagni si è divisa in due gruppi per esercitarsi sui passaggi in movimento con la marcatura uno contro uno eseguendo le indicazioni di Ventura e Sullo. Con la pettorina arancione: Ferronetti, Sgrigna, Bianchi, Glik, Basha, Darmian, Vives, Verdi e Sansone. Da segnalare che Bianchi ha ricevuto una botta alla coscia sinistra, ma nulla di grave dopo l’intervento dei massaggiatori ha ripreso ad allenarsi. Con la maglia granata: Di Cesare, Meggiorini, Migliorini, Stevanovic, Barbosa, De Feudis, Diop, Gazzi e Masiello. Trentacinque minuti dopo ancora corsa da una porta all’altra per quasi tutti tranne Ogbonna, Brighi e Sansone che con Innocenti andavano in palestra. Nel frattempo Pagano si sottoponeva al trascinamento di un peso del bilanciere che gli era stato legato con una corda alla vita e Gorobsov e D’Ambrosio correvano intorno al terreno di gioco. L’allenamento è terminato alle 11,20 preceduto da cinque minuti di stretching.

L’allenamento pomeridiano è iniziato alle 16,30 con cinque minuti di chiacchierata fra Ventura e i giocatori per poi proseguire con la consueta corsa e lo stretching, non facevano parte del gruppo Santana, Alfred Gimis e Gorobsov, che hanno lavorato a parte. Terminato il riscaldamento, durato una decina di minuti, esercizi per il controllo e il passaggio della palla con i giocatori divisi in gruppetti di tre. Alle 17,10 Pagano, D’ambrosio, Basha, Stavanovic, Ogbonna e Brighi con Bellini hanno effettuato brevi corse fra i cinesini con scatti, arresti e cambi di direzione, mentre gli altri compagni con Innocenti saltavano gli ostacoli alti. Dalle 17,15 esercizi di tattica con Ventura che ha curato la fase offensiva e Sullo quella difensiva. Con il mister erano impegnati: Lys Gomis, Meggiorini, Bianchi, Sgrigna, Diop, Stevanovic, Verdi, Sansone, Pagano, Masiello, Gazzi, Vives, De Feudis e Darmian. Con il vice allenatore: Gillet, Basha, Brighi, D’ambrosio, Ferronetti, Glik, Ogbonna, Miglliorini, Di Cesare, Berbosa e completava il gruppo il preparatore dei portieri Zinetti. Dopo venticinque minuti a chi provava i movimenti d’attacco si sono uniti Barbosa, Brighi, Basha e D’Ambrosio, mentre sono passati con chi si esercitava sui movimenti difensivi Darmian, Masiello, Vives, Gazzi e De Feudis, quest’ultimo ha poi sostituito D’Ambrosio.
Da segnalare che D’ambrosio ha dovuto terminare prima dei compagni l’allenamento e recarsi nello spogliatoio, accompagnato dal dottor Cravero e dal massofisioterapista Fortunato, a causa di un affaticamento alla coscia destra. La seduta di lavoro pomeridiana è terminata alle 18,10.