Torino-Spal, le pagelle: Nkoulou dominatore dei cieli, esordio ok per Zaza

02.09.2018 23:32 di Alex Bembi   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Torino-Spal, le pagelle: Nkoulou dominatore dei cieli, esordio ok per Zaza

Sirigu 6,5: chiamato in causa solo su due piazzati degli spallini, risponde presente con ottimi riflessi. Si può sempre contare su di lui, anche se per non impegnato per larghi tratti resta concentrato.

De Silvestri 6: sembra in buona forma e ara la fascia con buon piglio.

Izzo 6,5: rapido ed efficace, guardiano dell’area di rigore, annulla Petagna. Una garanzia.

N’Koulou 7: match winner con uno stacco imperioso nell’area avversaria, dimostra di saper dominare i cieli non solo nella sua confort zone.

Moretti 6,5: se la cava bene, a volte anche grazie alle maniere forti, ma il risultato è positivo.

Aina 6,5: si conferma un ottimo elemento, anche da titolare dopo le due prime partite da subentrante. Gran duello con Lazzari su quella fascia, lui ha fisico per reggere il confronto e gamba per controattaccare. Esce stremato dopo l’ultimo scatto a pochi minuti dal termine. (Dal 85’ Berenguer sv).

Soriano 5,5: giù di condizione, lento e prevedibile. La pausa arriva nel momento giusto per lui, per dargli modo di trovare quella forma che sembra tardare ad arrivare. (dal 63’ Baselli 6,5: entra con la giusta verve e gioca uno spezzone di partita a gran ritmo, mostrando di essere pienamente recuperato).

Rincon 5,5: fa legna li in mezzo, ma non azzecca un lancio o un apertura manco per sbaglio.

Meité 6,5: insieme ad Aina è la bella sorpresa di questo scorcio di campionato. Anche oggi una prestazione di spessore con diversi spunti interessanti.

Iago Falque 7: l’uomo in più del Toro con invenzione e giocate di gran livello. Si muove per tutto il fronte d’attacco e anche a fisarmonica, rientrando a prendere palla fino nella sua trequarti. Non dà punti di riferimento ed è una spina nel fianco della difesa ferrarese. (Dal 73’ Zaza 6: grande voglia di mangiare l’erba, si nota subito appena entra in campo. I meccanismi sono da oliare e si mangia un gol abbastanza semplice, ma non sfigura).

Belotti 6: una sola occasione di calciare in porta, lo fa anche bene, marcato e in caduta, ma Gomis gli dice di no. Poi solita battaglia ingaggiata con coraggio con tutta la difesa ospite.

Alex Bembi