Torino-Napoli, le pagelle: Malissimo la difesa. Belotti irriconoscibile, ma si sblocca

16.12.2017 20:38 di Alex Bembi   vedi letture
Torino-Napoli, le pagelle: Malissimo la difesa. Belotti irriconoscibile, ma si sblocca
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Sirigu 6: gli avanti napoletani sbucano da tutte le parti e lui senza poter opporre resistenza becca tre gol. In altre occasioni è graziato dalla mira sballata degli azzurri, ma in realtà di parate vere e proprie non ne effettua per tutti i 90 minuti.

De Silvestri 5: gravissimo errore sul secondo gol, quando tarda a salire e tiene in gioco Zielinski. Proprio il polacco rende durissima la vita a Lollo, fatto a fettine per tutto il primo tempo. Nella ripresa col Toro che prova almeno a mitigare la figuraccia, ci mette tanto fisico e corsa, spingendo a dovere.

N’Koulou 5,5: serataccia per i centrali di difesa. Anche lui sbaglia moltissimo, ma nel finale mette una pezza che salva un gol fatto e rimedia in piccola parte ad una prova opaca.

Burdisso 5: male, malissimo. Già dopo una manciata di minuti Koulibaly gli salta letteralmente in faccia e porta in vantaggio gli ospiti. Poi una serie di errori anche in fase di appoggio non da lui. Che serataccia.

Molinaro 6: qualche sbavatura e una spinta non sempre efficace, ma il gol negato ad Allan vale una rete segnata: intervento eccezionale.

Rincon 5,5: la garra non manca mai, ma non è sufficiente. Stasera molto opaco, dopo la grande prova di Roma.

Valdifiori 5: si vede raramente e viene sostituito all’intervallo, un po’ per la prova opaca, un po’ per la necessita di rientrare in campo con un modulo più offensivo. (dal 46’ Ljajic 5,5: prova a inventare l’assist giusto con alcuni piazzati dei suoi, inutilmente. Con un po’ di fortuna mette lo zampino nel gol di Belotti, poi la sciocchezza di voler restare in campo nonostante l’infortunio muscolare. Mihajlovic sarà una furia: poco prima della terza ed ultima sostituzione disponibile aveva chiesto proprio al suo gioiello col numero 10 se volesse restare in campo, ma Adem decide di alzare bandiera bianca pochi istanti dopo l’ultimo cambio, lasciando in 10 un Toro proiettato alla disperata ricerca di riaprire la gara).

Baselli 6: due ottimi inserimenti, ma stavolta pecca nelle conclusioni. Prova di grande intensità e volontà, ma non riesce ad essere incusivo.

Iago Falque 5,5: unica nota verso la fine del primo tempo, quando con un colpo dei suoi mette Baselli davanti al portiere azzurro, poi ritorna nell’oblio in cui è imprigionato il vero Iago fino alla sostituzione. Ah dimenticavo: l’unica conclusione in porta, da ottima posizione, finisce debole addosso a Reina: un gol mangiato. (Dal 80’ Edera sv).

Belotti 5,5: fino al gol, che si spera sia propedeutico, un ectoplasma. Non sta in piedi, non vince un contrasto, non salta un uomo. Il ritorno al gol dopo tanto, troppo tempo, lo sblocca un pochino e finisce in crescendo. Non abbastanza per guadagnarsi la sufficienza, ma ci sono barlumi di speranza per il futuro.

Berenguer 5: un passo indietro gigante rispetto alla scorsa partita. C’è del potenziale nel ragazzo, ma la sua arma letale, la velocità, non può risolvere tutto. mancano tanta esperienza e qualche numero per renderlo un esterno efficace a puntare e saltare l’uomo. al momento è assolutamente incompiuto. (Dal 65’ Niang 5: preventivi ormai i fischi dei tifosi granata verso l’ex genoano, ma lui non fa nulla per tramutarli in applausi).

Alex Bembi