Torino, che fine faranno gli extra granata?

02.08.2010 08:52 di Marina Beccuti   vedi letture
Torino, che fine faranno gli extra granata?
TUTTOmercatoWEB.com

Petrachi è arrabbiato con quei giocatori che non vogliono cedere alle lusinghe di altri club perchè non gli possono permettere lo stesso ingaggio del Torino. Ho firmato per 850mila euro, come Di Michele, e non vedo perchè vi debba rinunciare. E' questo in pratica la morale degli epurati. Davanti ad un contratto non c'è nulla da dire, ma la filosofia di certi giocatori è in un certo senso antisportiva. Restare senza giocare un anno pur di non perdere l'ingaggio oneroso per tutti, figurarsi per Cairo, che senza questi lauti stipendi da pagare potrebbe comprare qualche altro giocatore senza dover andare sugli svincolati o pensare solo a degli scambi, pure difficili. In difesa, con Pisano vicino a passare in prestito al Parma, ci sono da sistemare Colombo, Diana e Pratali, più Rivalta, che non troverà spazio con Lerda. Tra questi Pratali, come ha detto Petrachi, potrebbe rimanere.

A centrocampo si vive la situazione più difficile, c'è abbondanza anche se non è finito il mercato nel settore centrale, ma sono da sistemare Zanetti, Saumel, Loviso e con Belingheri che non è certo di poter far parte degli uomini titolari di Lerda.

In attacco c'è il grande rebus Di Michele, ora per lui si apre la pista Ascoli, ma Cairo deve provvedere al suo stipendio e forse non bastano nemmeno i 600 euro offerti. Abbruscato potrebbe rimanere come essere pedina di scambio per altri giocatori (si parla di Sgrigna per il bomber reggiano). Anche Gasbarroni è sulla lista dei cedibili a fronte di una buona richiesta, ma il trequartista torinese comunque non fa parte degli epurati e alla fine se rimane può sempre tornare utile.