Mahrez e quell'occasione persa di vestire la gloriosa maglia granata

30.12.2015 14:12 di Alex Bembi   vedi letture
Mahrez e quell'occasione persa di vestire la gloriosa maglia granata
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il Leicester vola in Premier League e i giocatori di Claudio Ranieri sono alla ribalta in tutte le cronache sportive di questi tempi. Basti pensare a Jamie Vardy, l'inglese che solo qualche anno fa giocava tra i dilettanti e lavorara in fabbrica prima degli allenamenti. Qualche settimane fa Vardy ha battuto il record di 10 reti consecutive in Premier League, andando a segno contro il Manchester United per l'undicesima giornata di fila. Insieme a lui, brilla un'altra stella nelle Midlands Orientali: Riyad Mahrez. Il talento nato in Francia ma che gioca per l'Algeria, sta disputando una stagione sopra le righe e oltre ai lampi di classe dimostra anche un gran fiuto per il gol, lui che attaccante non è. Sono già tredici le marcature realizzate in diociotto gare di Premier, oltre a innumeravoli assist. Un talento puro insomma, esploso a 24 anni.

Il retroscena a tinte granata risale a un anno fa, al tempo del passaggio dal Le Havre al Leicester. In un'intervista rilasciata al Leicester Mercury, Mahrez dichiarò: "Su di me c'era l'interesse anche di alcuni club francesi e italiani, sopratutto del Torino, ma tra i granata ed il Leicester non ho avuto dubbi nello scegliere il club inglese".

Peccato per il Toro perchè un giocatore simile alle dipendenze di un maestro come Ventura sarebbe diventato sicuramente un top player, risultando determinante nell'economia del gioco granata. Peccato anche per Mahrez viene però da dire: con tutto il rispetto per i Foxes, il blasone del Toro è tutt'altra storia. Il Leicester, oltre a vantare un palmares piuttosto scarno (tre Coppe di Lega e un Community Shield, la nostra Supercoppa), ha visto tanta Championship nella sua storia ed ha anche militato per diverse stagioni in League One (la nostra Lega Pro, ex serie C), l'ultima delle quali solo sei stagioni fa. Evidentemente sulla scelta dell'algerino han pesato altri fattori (economici?), ma l'occasione da rimpiangere è per entrambe le parti.