Le pagelle di Torino-Livorno

Decisivo Parisi con il gran gol segnato. Bene tutta la difesa, Vives e Verdi
26.11.2011 18:33 di Claudio Colla   vedi letture
Fonte: Claudio Colla per www.torinogranata.it
Le pagelle di Torino-Livorno
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano

TORINO (4-4-2):

Coppola 6 - Praticamente mai impegnato seriamente, si dimostra efficace sulle uscite. Nulla di negativo da segnalare in appoggio e sui rinvii.

D'Ambrosio 6.5 - Costante il suo buon rendimento nel corso dei 90 minuti, è attento in difesa e presente in fase di spinta. Dai suoi piedi parte più di un cross pericoloso (dal 40' st Di Cesare sv).

Glik 6.5 - Ottimo nel gioco aereo e bravo negli anticipi, completa con i consueti dinamismo e fisicità il solito gran lavoro di capitan Ogbonna. Cerca più volte la via del gol su corner, svettando spesso sugli avversari, impegnando anche Bardi in un'occasione.

Ogbonna 6.5 - Lavoro pulito e senza clamore quello odierno del nazionale azzurro. A tratti il suo strapotere atletico e tecnico sulle punte avversarie è spietato.

Parisi 7 - Rende meglio in fase di copertura rispetto alla maggior parte delle sue uscite, in una prova coronata dal gol decisivo a circa dieci minuti dal termine del tempo regolamentare. Da registrare una vistosa distrazione difensiva subìto la rete siglata.

Basha 6 - Rende a corrente alternata, producendosi in buone giocate ma anche in soluzioni piuttosto approssimative. Qualche momento di affanno su Luci, migliore in campo tra i labronici.

Iori 6 - Meno illuminante e ispirato nelle aperture rispetto alla sua consuetudine, si batte comunque con buona intensità sulla mediana. Apprezzabile comunque il suo senso della posizione.

Vives 6.5 - Tatticamente ben impostato il suo compito nella gara, l'ex-Lecce si alterna tra il centro-sinistra della linea mediana e la posizione da trequartista, positivamente interpretata. Buon impatto agonistico, rimane tra i più vivaci in campo anche durante la decisiva seconda parte di ripresa.

Stevanovic 6 - Gioca solo un tempo, parzialmente risparmiato di Ventura per via del recente diffusissimo impiego, in vista della gara di Padova del prossimo turno. Si muove bene senza palla, e quando se ne impossessa costringe spesso al fallo gli avversari che si imbattono in lui (dal 1' st Verdi 6.5 - Bravo a dettare il cambio di passo in più di un'occasione, a tratti è la spina nel fianco della difesa amaranto).

Ebagua 5 - Inizia con buon piglio, ma, come troppo spesso è finora accaduto, si spegne tra i tanti tentativi di sponda (per lo più arginati dai difensori ospiti) e tra qualche giocata mal riuscita. Vicino alla deviazione vincente in un paio di occasioni, quasi nullo nel corso della seconda frazione di gioco, prima di essere sostituito (dal 24' st Sgrigna 6 - Dà vivacità al fronte offensivo, pur senza rendersi mai direttamente pericoloso di fronte alla porta difesa da Bardi).

Antenucci 6 - Determinato nel cercare il fondo e la porta a seconda dei frangenti, ingaggia un bel duello con Perticone sulla sua corsia di competenza. Positivo, pur senza mai incidere fino in fondo, anche durante i 25 minuti finali, quando funge da boa d'attacco con Sgrigna e Verdi a supporto.

Allenatore Giampiero Ventura (dal 16' st Salvatore Sullo) 6 - La squadra è lontana da quella ricca di smalto vista per lo più fino a un paio di mesi fa, anche per via delle numerose defezioni prolungate e di una condizione generale un po' più appannata; rimane però la mentalità vincente, che consente di vincere una gara quasi dominata dal punto di vista del possesso palla, ma per lo più scevra di grandi occasioni da gol. Veniale l'episodio legato all'espulsione (un diverbio con il tecnico avversario Novellino, anch'egli sanzionato con il rosso), dispiacerà non avere il mister a bordo campo per il big match di Padova della prossima settimana.

 

LIVORNO (3-5-2): Bardi 6.5; Perticone 6, Miglionico 6; Knezevic 6.5; Schiattarella 5.5 (dal 32' st Salviato sv), Luci 6.5, Genevier 5.5, Filkor 5.5 (dal 38' st Bigazzi sv), Lambrughi 5.5; Dionisi 5.5 (dal 16' Russotto 6), Paulinho 5. Allenatore Walter Novellino (dal 16' st Massimo Morgia) 6.