Il doppio ex, Cioffi: "Ascoli-Torino è una partita che vale tanto"

16.10.2009 08:48 di Marina Beccuti   vedi letture
Il doppio ex, Cioffi: "Ascoli-Torino è una partita che vale tanto"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Gabriele Cioffi, in attesa di nuova sistemazione, si sta allenando nella sua Firenze. TorinoGranata l'ha sentito per vivere con lui le emozioni del prossimo turno di serie B, partendo dalla sfida di Ascoli-Torino, le sue due ultime squadre: "E' una partita aperta, che vale tanto per entrambe. Il Toro arriva dalla sconfitta casalinga contro il Modena, mentre l'Ascoli ha pareggiato esternamente. La situazione attuale del Torino è una sorpresa perchè è stato costruito per vincere, ma credo che alla fine ce la farà".

Ti aspettavi un'Ascoli così in forma quest'anno?

Sinceramente no, ma le annate a volte sono strane. E' una squadra che ha buoni giovani supportati da gente d'esperienza, può avere buone potenzialità per il futuro. L'handicap maggiore può essere rappresentato dal fatto che ha la rosa corta.

Tu hai giocato con Belingheri, cosa puoi dirci di lui? Non si è ancora visto il suo potenziale ma è ancora presto per giudicarlo.

Non è quel giocatore che da solo può far vincere le partite, questo no. Però in futuro può far fare il salto di qualità. E' il tipico centrocampista che sa inserirsi bene e ha un ottimo senso del gol, con noi l'anno scorso ne ha fatti otto. Non dimentichiamoci che il campionato di B è lunghissimo, ci sono più di quaranta partite, dunque alla fine tutti sono importanti.

Il Toro ha in Bianchi e Di Michele due giocatori superiori per la categoria, ma è anche vero che questo fa sì che le avversarie si chiudano a riccio per contrastare i due attaccanti. Questo può essere un limite?

E' normale che questi due giocatori siano marcati con più attenzione, perchè tutte le squadre più deboli tendono a chiudersi in difesa. Anche il Torino quando strappò un pari al Meazza contro l'Inter giocò in questo modo. Per la categoria Bianchi e Di Michele sono senza dubbio un lusso e le loro qualità possono essere penalizzate dalla mancanza di spazi.

Il tuo ex Mantova non se la passa bene.

Da anni sta facendo bene e ha un buon allenatore, preparato. A volte magari può mancare un po' di convinzione. Non credo che farà un campionato da primi posti perchè con la classifica che ha sarà dura recuperare. Però può fare un campionato tranquillo e magari arrivare a ridosso dei playoff. Poi in B tutto può succedere, basta ottenere un filotto di risultati utili e si torna in corsa per la A.

Sabato ci sono altre partite interessanti, come Lecce-Salernitana.

Il Lecce, come il Torino, non è partito bene, ma ha un organico di tutto rispetto, poi possono subentrare delle difficoltà. La Salernitana ha un nuovo ds e questo può dare una scossa all'ambiente.

Reggina-Ancona?

Stesso discorso del Lecce, ha difficoltà nonostante sia una candidata alla promozione. Reggio è una piazza esigente, come Torino, per questo Novellino, con cui ho lavorato in ritiro prima di essere ceduto, sta trovando delle difficoltà.

Pensi che il Frosinone possa stare in alto fino alla fine?

A volte partono benissimo squadre che uno non si aspetta ma bisogna poi vedere quanto possano reggere in alto. Alla fine verranno fuori squadre più esperte, comunque credo che il Frosinone farà bene fino al termine del campionato.

La "tua" Fiorentina affronterà la Juventus a Torino, pronostico?

Un bel pari: 2-2.