Briatore: "In Inghilterra la moviola non c'è"

Il team manager della Renault F1 sogna un calcio senza allenatori
03.03.2009 17:18 di Marina Beccuti   vedi letture

Flavio Briatore è intervenuto ieri a "La Politica nel Pallone" su Gr Parlamento. Il boss della Renault ha definito Inter-Roma una partita bellissima, peccato per il dopo gara: "Si è parlato più del rigore concesso all'Inter che delle prodezze dei giocatori". Briatore, proprietario del QPR in Inghilterra, ha constatato la differenza che c'è nel calcio britannico: "In Inghilterra quando si discute dei vantaggi del Manchester United non si parla di quelli arbitrali ma di calendario. Non esiste la moviola, gli arbitri non sono migliori di quelli italiani, sono anche meno curati fisicamente, ma non c'è la cultura del sospetto". Briatore ha poi aggiunto: "Se in Inghilterra non danno i rigori finisce lì, fa parte del gioco. La moviola esiste solo in Italia, è un fatto di cultura, da noi le tv vivono su quello, sul problema degli arbitri".

Per quanto riguarda il campionato, per il manager della Renault è praticamente chiuso: "Domenica l'Inter ha dato una grande prova di forza e umiltà. All'80 per cento ha vinto lo scudetto". Detto da un juventino non può che inorgoglire i nerazzurri. Due parole infine su Mourinho: E' un gran professionista, può piacere o meno, ma è bravo. Personalmente però preferirei un calcio senza allenatori, sarebbe il massimo".

Briatore era stato inserito tra gli ipotetici personaggi che si nascondevano dietro a Mister X, l'imprenditore interessato a rilevare il Torino.