La Juve proibisce i tornei per bambini ai club legati al Torino

20.02.2024 11:30 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: La Gazzetta dello Sport
Coreografia Toro nel derby
TUTTOmercatoWEB.com
Coreografia Toro nel derby
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

In Piemonte la Juventus impedisce ai club legati al Torino di partecipare ai tornei, riservati ai bambini da 7 a 13 anni, nei quali sono iscritte le Academy e le società affiliate ai bianconeri. La denuncia, riportata su La Gazzetta dello Sport, arriva da Pier Cesare Uras, direttore generale del Gassino San Raffaele, club del Torinese che da ottobre ha stretto un rapporto di collaborazione con il Torino Fc. Recentemente le squadre del Gassino San Raffaele sono state escluse dal “Gran Galà della Scuola Calcio” organizzato dal Venaria Reale, dal “Pulcino di Pasqua” organizzato dal Barcanova e da altri due tornei organizzati dal Vanchiglia. Queste tre società non fanno parte della galassia bianconera, “ma se vogliono che i club legati alla Juventus partecipino ai loro tornei – ha detto Uras -  sono costrette a non accettare quelli affiliati al Torino. È successo a noi,ma anche alla Pro Eureka, al Cit Turin e al Chieri”. Il dirigente ha poi proseguito: “Il nostro direttore organizzativo, Gianluigi De Martino, e io abbiamo avuto contatti con dirigenti del vivaio della Juventus e vorremmo un incontro per capire le motivazioni e soprattutto per trovare una soluzione. Finora però niente da fare. E pensare che il calcio, a maggior ragione quello dei bambini, dovrebbe essere motivo di inclusione e non di esclusione. I club professionistici è giusto che portino avanti le loro politiche,ma non possono rimetterci quelli dilettantistici e i loro tesserati”.