Toro, davvero troppo tempo perso dietro a Simone Verdi

24.08.2019 06:00 di Federico Danesi   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Toro, davvero troppo tempo perso dietro a Simone Verdi

Un mese perso dietro ai mulini a vento, come Don Chisciotte. Solo che quello era un personaggio di fantasia letteraria, il Toro invece è materia concreta-. E il lungo, fin troppo estenuante corteggiamento a Simone Verdi (sì, Verdi, non Eden Hazard...) ha di fatto bloccato tutto il resto del mercato granata. Per volontà o per contingenza, questo lo dirà solo il tempo, quel trequartista che Walter Mazzarri aspettava non è ancora arrivato, forse lo farà in extremis.

Ad oggi è più facile una soluzione dall'estero, ché le piste italiane sono tutte troppo care, come De Paul oppure troppo blindate come Caprari. Un ritardo che rischia di essere controproducente, ma anche la prova che il Toro di questi tempi non è propriamente il club nel quale tutti sognano di giocare. Costatazione amara, ma terribilmente reale.