Torino, Bremer in crescita: il "dopo-Nkoulou" è già in casa

19.11.2019 15:00 di Emanuele Pastorella   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Torino, Bremer in crescita: il "dopo-Nkoulou" è già in casa

Alti e bassi, di minutaggio e di prestazioni. Ora, però, Gleison Bremer sta trovando la sua dimensione. Lo ha fatto al cospetto di un certo Cristiano Ronaldo, disputando un buon derby da centrale del trio difensivo non facendo rimpiangere Nkoulou, e lo ha confermato a Brescia, dando il suo contributo per mantenere inviolata la porta granata al posto di Lyanco. E non è cosa da poco: in due gare, infatti, il brasiliano ha dimostrato di sapersi adattare in tutti i ruoli della difesa a tre. E Walter Mazzarri apprezza, tanto che parte in vantaggio sulla concorrenza in vista dell’Inter. Nel caso, avrebbe da marcare due bomber come Lautaro Martinez e Romelu Lukaku, ma Bremer sta crescendo. Gli incubi vissuti nelle notti d’Europa contro il Wolverhampton e nella sfortunata trasferta al Tardini di Parma sono passati, ora il classe ’97 sta cominciando a far vedere tutte quelle qualità che, nell’estate del 2018, convinsero il presidente Urbano Cairo e il direttore sportivo dell’epoca Gianluca Petrachi ad investire circa 6 milioni di euro per strapparlo all’Atletico Mineiro.

Presente e futuro – La Juve, il Brescia, ora l’Inter: anche per gli infortuni dei compagni di reparto, dal lungodegente Bonifazi al più recente Lyanco che si è fatto male in Nazionale (le sue condizioni verranno valutate oggi, al suo rientro al Filadelfia), per Bremer può arrivare la conferma. L’ultima insidia è rappresentata da Djidji, questi giorni che precedono la sfida ai nerazzurri daranno le risposte. Ma Bremer è davvero pronto al grande salto: e dal club di via Arcivescovado sorridono. E’ il presente del Toro, ma può essere anche il futuro, perché la posizione di Nkoulou resta sempre delicata. Il caso ormai è completamente rientrato, ma è normale che, nel caso in cui arrivassero offerte concrete e interessanti per il camerunense, sarebbe più difficile respingerle visti i precedenti dell’estate scorsa. Tra presente e futuro, Bremer si sta prendendo il Toro