Schuurs: "Toro grande squadra con storia gloriosa. Contento della maglia numero 3"

18.08.2022 21:50 di Redazione TG   vedi letture
Schuurs: "Toro grande squadra con storia gloriosa. Contento della maglia numero 3"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Il gigante olandese Perr Schuurs ha concesso la prima intervista alla tv ufficiale del Toro:

"Le mie prime impressioni sono ottime, qui ho trovato persone davvero molto gentili.  Oggi ho visto lo stadio, è bellissimo. Sono felice di essere qui, c'è voluto un po' di tempo prima che riuscissi a venire. Quindi ora sono molto contento. Sono un giocatore cui piace attaccare con la palla. Giocare tra le linee, giocare in verticale. Attaccare, ma anche ovviamente difendere, ci tengo ad aiutare a tenere la porta inviolata. Penso sia la cosa più importante per un difensore. Voglio dare il mio contributo alla squadra" 

"Quando giocavo all'Ajax  guardavo già le partite del Toro. Avevamo avuto dei contatti tempo fa, quindi seguivo le partite e la squadra per vedere come giocasse"

 "Circa la storia del Toro conoscevo già la cosa più importante, ovvero l'incidente aereo. Sono appena arrivato, ma ho già capito quanto sia importante. È impressionante pensare a cosa sia successo ad una squadra così, forse la più forte della storia della Serie A. So anche che nella sua storia il Toro ha vinto sette scudetti e cinque Coppe Italia. Il Toro è una grande squadra, con una storia gloriosa"

"Ora è arrivato il momento di fare una nuova storia. So che Ajax e Toro hanno giocato contro nel 1992, qua la partita finì 2 a 2. Poi al ritorno finì zero a zero ad Amsterdam. Ho visto gli highlights di quel match. Ho scelto il numero 3, lo stesso che avevo all Ajax. Ero felice fosse libero, è il numero giusto per chi gioca nella mia posizione. Sono contento di poterlo avere".

"Nel mio tempo libero voglio prima di tutto conoscere questa città. Per un calciatore poi è importante riposare. Quando posso mi piace praticare altri sport come paddle e golf. Sarò qui con la mia fidanzata, faremo un po di shopping in questa bellissima città e mi troverò molto bene"

"La mia famiglia è fondamentale per me, mio padre giocava a pallamano, mia sorella è una tennista professionista. Conosciamo il mondo dello sport e ne parliamo molto tra di noi. Anche mia mamma è importantissima per me, sarà spesso a Torino".

"Tutti noi siamo molto legati e ci sentiamo tutti i giorni. La famiglia è davvero fondamentale".

"Non vedo l'ora di poter conoscere il mister e di potermi allenare con la squadra. Voglio sia una grande stagione, non vedo l'ora di poter conoscere i miei compagni"

L'ultima parte dell'intervista al difensore olandese si trasforma in un messaggio ai tifosi granata:

"Ciao tifosi, sono felice di essere qui, insieme vogliamo sia una grande stagione, sempre con il sostegno reciproco. Sempre forza Toro"