Pellegri davanti e Faes dietro: i granata pensano ai sostituti di Belotti e Bremer

14.06.2022 09:30 di Emanuele Pastorella   vedi letture
Pellegri davanti e Faes dietro: i granata pensano ai sostituti di Belotti e Bremer
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dalla difesa all’attacco, il direttore tecnico Davide Vagnati prova ad accelerare. E il primo acquisto sarà una vecchia conoscenza del Toro: per Pietro Pellegri è ormai tutto fatto, restano da risolvere le ultime questioni burocratiche ma con il Monaco c’è l’accordo per il riscatto. Sarà a cifre inferiori rispetto ai 6.5 milioni di euro pattuiti a gennaio, si parla di circa un milione in meno per colui il quale dovrà raccogliere con ogni probabilità l’eredità di Andrea Belotti, destinato all’addio. E un altro calciatore prossimo a salutare è Gleison Bremer, ora in Brasile a godersi le vacanze e ad aspettare il trasferimento. In via Arcivescovado sono in attesa dell’offerta giusta per farlo partire, ma intanto si valutano i sostituti.

Contatti con lo Stade Reims

Il profilo che più sta convincendo la dirigenza granata è quello di Wout Faes, centrale di belle speranze classe 1998. “Nel 2020 firmò un contratto fino al 2024 ma con l’accordo di partire dopo due anni, ora è il termine è stato raggiunto” diceva qualche tempo fa il presidente dello Stade Reims, Jean-Pierre Caillot. Il Toro ha cominciato a chiedere informazioni, la richiesta si aggira intorno ai dieci milioni di euro ma con la possibilità di trattare: un accordo si può trovare, anche se c’è una folta concorrenza. Già nei mesi scorsi ci aveva provato il Cagliari, ormai uscito dalla corsa a causa della retrocessione in serie B, e rimane un’idea dell’Hellas Verona, oltre ad essere finito nel mirino della Roma. Fisicamente (e anche per fisionomia) ricorda un po’ David Luiz, un gigante dell’area di rigore dai capelli ricci, e può giocare sia da centrale difensivo che in mezzo al campo. E’ stata una stagione positiva sia a livello di club, con lo Stade Reims che ha concluso la Ligue a metà classifica, sia personale, con 39 apparizioni complessive e quattro reti all’attivo. Ora Faes ha avuto anche la soddisfazione di esordire con la nazionale maggiore del Belgio, dopo la lunga trafila con le selezioni giovanili. Il suo profilo ha conquistato Juric, ora tocca a Cairo e Vagnati presentare l’offerta giusta ai francesi.