Maxi Lopez: “Segno anche per avere un lungo futuro in granata”

12.04.2015 20:12 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per TorinoGranata.it
Maxi Lopez: “Segno anche per avere un lungo futuro in granata”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

L’attaccante granata Maxi Lopez è stato l’autore del gol del pareggio con la Roma. Ecco le sue dichiarazioni al termine della partita:

 

Il pareggio con la Roma significa bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto?

“Secondo me, per come si era incanalata la partita, il pareggio è giusto perché tanto la Roma tanto noi abbiamo pressato e cercato di conquistare i tre punti. Il pareggio è importante e a livello personale segnare sotto la curva Maratona è sempre bello ed è una gioia e voglio continuare a fare gol per regalare gioia alla gente”.

 

Ai fini della classifica quanto può essere importante per il sesto posto questo punto?

“Per noi fare punti è molto importante e nelle ultime tre partite ne abbiamo incamerati sette e questo vuol dire che abbiamo trovato continuità e che vogliamo fare bene. Come dicevo è importante perché alla fine tutti i punti contano davvero”.

 

Il suo gol è un modo per propiziare il rinnovo del contratto o per festeggiarne l’avvenuto prolungamento?

“Segno per dare fiducia ai miei compagni e per essere il punto di riferimento che serve in questi momenti alla squadra. Penso che tutto questo sarà figlio di un futuro in granata, io ce la sto mettendo tutta e voglio restare qui a lungo”.

 

La prossima gara con il Sassuolo è fondamentale per la corsa al sesto posto?

“Sì, è fondamentale perché se non facessimo punti con il Sassuolo vorrebbe dire che tutto quello che abbiamo fatto finora non conta niente. L’importante punto con la Roma se si va là (a Reggio Emilia, ndr) e non vinci, o almeno non fai un punto in modo da dare continuità, per noi poi diventerebbe difficile. Dobbiamo stare tranquilli, il Sassuolo è una squadra tosta che quest’anno ha trovato equilibrio e per tanto in settimana prepareremo la partita nella maniera migliore”.

 

Lei all’andata non era un giocatore granata quando il Torino affrontò il Sassuolo e perse, sarà un punto di riferimento in più in attacco per i compagni?

“Io me lo auguro, penso che adesso nel Toro siano cambiate tante cose, è più squadra, ha trovato il gioco e la fiducia, quindi rispetto all’andata è cambiato tanto e dobbiamo dimostrarlo in campo come facciamo ogni domenica”.

 

E’ al Torino da quasi tre mesi, adesso che conosce Ventura che idea si è fatta di lui?

“Si vede che il mister imposta un calcio che in pochi riescono a fare ed essendo un modo di giocare offensivo per me va benissimo perché riesco ad accentrarmi e a dialogare di più con la palla. Per me è un piacere avere allenatori che vogliono giocare a calcio con la palla rasoterra, mi fa impazzire. Spero di continuare così”.

 

Garcia ha detto che ha giocato solo la Roma, lei che cosa ne pensa?

“Va bene, ognuno ha il suo punto di vista. Io penso che alla fine la Roma ha rischiato di perdere”.