Live – Mazzarri: "Sarebbe bello non prendere gol domani sera. Ho i giocatori che mi servono"

07.08.2019 13:28 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Walter Mazzarri
Walter Mazzarri

L’allenatore del Torino, Walter Mazzarri, fra poco in conferenza stampa presenterà la partita di domani alle 21 del terzo turno di qualificazione all’Europa League con lo Shakhtyor Soligorsk.

LE CARATTERISTICHE DELLA SFIDA DI DOMANI I bielorussi hanno passato il nostro stesso turno e man mano che si va avanti le squadre sono più forti. Anche noi abbiamo più minuti nelle gambe e se faremo ciò che sappiamo abbiamo possibilità di passare il turno.

SUL TORNARE A GIOCARE AL GRANDE TORINO E' importante così avremo il sostegno del nostro pubblico  e sarebbe bello non subire gol.

SULA PREPARAZIONE ALLA PARTITA Dobbiamo acquisire la mentalità di fare bene e se si vince si deve dimenticare quanto fatto e pensare subito alla prossima partita. Quando come a Debrecen nella ripresa non si fa bene si subisce gol e si è rischiato di prendere anche il secondo. Abbiamo riflettuto su questo.

SU BASELLI Ha recuperato e sembra stare bene, vediamo nella rifinitura di questo pomeriggio.

SU I RINFORZI NON ANCORA ARRIVATI Non mi preoccupo perché i giocatori con i quali volevo giocare ci sono e ho anche i tre cambi.

SU RINCON Non è ancora al top per quello che può dare.

SU BERENGUER E' un cotitolare, è cresciuto molto e come tutti gli altri può stare in panchina.

SU ZAZA E BELOTTI Ho avuto l'opportunità l'altra settimana d afre ciò che avrei voluto fare in ritiro, ma non ho avuto il tempo. Già nel finale dell'anno scorso volevo utilizzare il 3-4-3 perché il 3-5-2 può essere utilizzato anche a partita in corso. Domani possiamo giocare con il 3-4-3 o il 3-5-2 vedremo.

SU ZAZA Ho visto il suo impegno in allenamento e allora l'ho fatto giocare. Se va a mille ed è continuo nelle prestazioni, questo vale anche per gli altri, gioca la partita successiva, ma se si siede rischia di non giocare.

SUI SORTEGGI Non ne parlo perché dovrebbero essere fatti dopo e non prima. Nessuna distrazione.

SULL'ESPERIENZA Se una squadra è formata da tanti giocatori che hanno già disputato le coppe c'è esperienza, ma grazie anche all'aiuto mio e dello staff se si preparano bene le partite si riesce a mettere in difficoltà chiunque.

SULLE PREOCCUPAZIONI PER DOMANI I bielorussi sono una squadra rispettabilissima ormai tutti sono preparati. Nessuno deve dare nulla per scontato né il pubblico né soprattutto i giocatori altrimenti si rischia.

SULLO STATO DI FORMA DELLA SQUADRA Sono abbastanza sicuro di quelli che si sono allenati insieme dal primo giorno e domani dipenderà dalla testa dei giocatori se entreranno in campo concentrati non mi preoccupa la tenuta dei miei giocatori.

SULL'ATTEGGIAMENTO DEGLI AVVERSARI Se noi saremo bravi a fare la partita come ad Alessandria con l'80% del possesso palla finalizzato a verticalizzare e fare gol non importa l'atteggiamento degli avversari. Il possesso palla sterile può essere un boomerang. Ci vuole il giusto equilibrio e io confido nel saper fare tutto bene da parte dei miei giocatori.

SU BREMER E' migliorato, non è più così timido nel giocare la palla.e semmai per poco ha perduto l'attenzione nella fase difensiva, ma si è ripreso. E' un giocatore titolare a tutti gli effetti.

SULLE ROTAZIONI E SU AINA e BONIFAZI Le rotazioni saranno importanti quando si giocherà ogni tre giorni e chi subentra dovrà essere alla stessa altezza di chi è in campo. Aina arriverà e anche lui si è accorciato le vacanze, ma Berenguer può essere utilizzato nel suo ruolo se occorre. Bonifazi ha fatto molto bene alla Spal, ma anche lui è arrivato dopo e come Rincon non ha ancora i 90 minuti nelle gambe.

SU MILLICO Dalla Primavera alla prima squadra, soprattutto in Europa, ma anche in Serie A, c'è un divario molto grande. Se continuerà a dare ascolto a me e ai miei collaboratori può avere un futuro importante.Non deve avere fretta e non bisogna mettergli pressioni.

SU MEITE' Non deve rischiare troppo in certe zone. Deve capire che cosa può fare in certe zone e non fare in altre. Il suo futuro dipende solo da lui perché ha doti pazzesche, ma le deve mettere a disposizione della squadra. Dall'inizio del ritiro l'ha fatto ma deve continuare così.

La conferenza è terminata