Le probabili formazioni di Torino-Milan. Sfida che può valere la Champions

Fischio d'inizio alle ore 20,45. Diretta, pagelle e voci dei protagonisti su TG!
28.04.2019 16:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Kessie e Belotti
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Kessie e Belotti

Conta solo vincere per Torino e Milan in palio c’è un posto in Champions League senza trascurare quelli in Europa League, soprattutto per i granata. La Roma vincendo ieri nell’anticipo con il Cagliari si è già portata al quarto posto sopravanzando Milan e Atalanta di due punti. La Lazio alle 18 al Ferraris affronterà la Sampdoria e in caso di vittoria scavalcherebbe il Torino di due lunghezze e metterebbe il fiato sul collo a Milan e Atalanta arrivando a un punto da loro. L’Atalanta poi lunedì nel posticipo delle 19 ha una sfida relativamente facile dovendo affrontare l’Udinese che però ha bisogno di punti in modo da aumentare il distacco, attualmente è a più quattro, dall’Empoli inchiodato al terzultimo posto dopo la sconfitta con il Bologna. Il Milan è in difficoltà avendo ottenuto cinque punti nelle ultime sei partite dei quali solo uno in trasferta con il Parma nello scorso turno. In più i rossoneri sono stati eliminati dalla Coppa Italia. Il Torino nello stesso periodo ha conquistato nove punti quattro dei quali in casa dopo la sconfitta con il Bologna, che è anche l’ultima gara che ha perso. Battendo i rossoneri i granata li raggiungerebbero a quota 56 e si porterebbero a soli due punti di distanza dalla Roma.      

COME ARRIVA IL TORINO - Mazzarri dovrà fare a meno degli squalificati Baselli e Zaza e non disporrà anche di Djidji operato venerdì al ginocchio destro (meniscectomia laterale selettiva) e che ha concluso anzitempo la stagione. Ha recuperato, invece, dai rispettivi infortuni Falque e Millico, ma entrambi non hanno grande minutaggio e possono in caso di necessità subentrare nella ripresa. L’attacco graverà sulle spalle di capitan Belotti supportato molto probabilmente da Meïté e Berenguer, mentre sulla fascia destra il ballottaggio tra De Silvestri e Aina potrebbe vincerlo il primo poiché offre maggiori garanzie in fase difensiva, sempre che Mazzarri non opti per Ansaldi in mezzo al campo e allora Aina giocherebbe sulla fascia sinistra con ovviamente De Silvestri a destra e allora uno fra Meïté e Lukic finirebbe in panchina.  

COME ARRIVA IL MILAN - Anche in casa rossonera gli infortuni di Calabria, Strinic e Bonaventura condizionano le scelte. Se le indiscrezioni della vigilia saranno confermate Gattuso, destando non poco clamore, dovrebbe schierare Cutrone e non Piatek in attacco con Suso e Calhanoglu a formare il tridente. Paquetà dovrebbe riavere una magia da titolare e Conti ha ottime chance di vincere il ballottaggio con Abate.

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Moretti; De Silvestri, Rincon, Lukic, Ansaldi; Meïté, Berenguer; Belotti.
A disposizione: Ichazo, Rosati, Bremer, Singo, Aina, Parigini, Falque, Damascan, Millico.
Allenatore: Walter Mazzarri.

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Bakayoko, Paquetà; Suso, Cutrone, Calhanoglu.
A disposizione: Reina, A. Donnarumma, Abate, Caldara, Laxalt, Zapata, Bertolacci, Biglia, Mauri, Borini, Castillejo, Piatek.  
Allenatore: Gennaro Gattuso.

Arbitro: Marco Guida di Torre Annunziata.
Assistenti: Preti e Valeriani.
Quarto Ufficiale: Mariani.
Var: Rocchi.
Avar: Meli.