La Giovane Italia – Gemello, l’eroe della Supercoppa sogna il ritorno in granata

03.06.2020 14:58 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
Fonte: La Giovane Italia
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
La Giovane Italia – Gemello, l’eroe della Supercoppa sogna il ritorno in granata

Tra i giovani numeri uno del Torino che cercano di spiccare il volo verso una carriera da protagonisti c’è anche Luca Gemello, classe 2000 che sta vivendo la sua prima stagione a tempo pieno nel calcio professionistico e che sogna un ritorno in maglia granata.

Rivelazione - Gemello è stato uno dei portieri rivelazione dell’ultimo campionato Primavera, grazie a un salto di qualità che lo ha portato a imporsi come uno dei migliori interpreti del ruolo a livello nazionale. E pensare che, fino a quattro anni fa, Gemello vestiva la maglia del Fossano, club del cuneese che lo ha cresciuto dopo le prime esperienze fatte proprio col Toro. I granata ne hanno seguito la crescita e hanno scelto di riportarlo a casa, fiducia ripagata dall’esplosione di un ragazzo è riuscito anche a meritarsi le attenzioni dello staff tecnico di Mazzarri, che gli ha regalato la soddisfazione delle prime due panchine in Serie A. Il tutto dopo essere diventato uno degli eroi della Supercoppa vinta ai calci di rigore contro l’Inter nel febbraio 2019, con i due tiri dal dischetto neutralizzati che hanno permesso ai giovani granata di arricchire la bacheca con un trofeo prestigioso. A fine agosto, poi, è arrivato il trasferimento in prestito alla Fermana, club di Serie C: 12 presenze complessive, per dare il primo vero assaggio al calcio dei grandi in un’annata impreziosita dalla convocazione con l’Italia Under 20, che ha fatto seguito alle esperienze con l’azzurro delle Under 17 e Under 18.

Concretezza - Portiere elegante, forse poco scenografico ma molto efficace, Gemello preferisce la parata concreta all’intervento spettacolare. Merito di un senso della posizione che gli consente di coprire nel migliore dei modi lo specchio della porta, punto forte di un bagaglio tecnico del quale il classe 2000 sta migliorando notevolmente il fondamentale della gestione del pallone con i piedi. Con un’altezza appena inferiore al metro e novanta e un profilo muscolare che si è riempito negli ultimi anni, il ragazzo dispone di una struttura armonica e ben bilanciata, che fa il paio con la maturazione caratteriale grazie alla quale ha imparato a non farsi condizionare dagli errori, a differenza di quanto gli accadeva in passato. Il playoff di Europa League da terzo portiere del Toro ha rappresentato un ulteriore step nel percorso di crescita del ragazzo, prima dell’esperienza in prestito con la Fermana. In attesa di capire se il ritorno in campo della Serie C potrà concretizzarsi o meno, Gemello continua a sognare ritorno in granata già a partire dalla prossima stagione.

Scopri le schede dei talenti granata sull’Almanacco 2020 (https://www.lagiovaneitalia.net/Negozio/)

Scopri i granata presenti nelle classifiche dei 16 Ranking LGI (http://www.lagiovaneitalia.net/ranking/)