Cairo: "Per il compleanno del Toro spero di regalare il centro sportivo Robaldo"

03.12.2018 17:02 di Marina Beccuti Twitter:   articolo letto 3666 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Cairo: "Per il compleanno del Toro spero di regalare il centro sportivo Robaldo"

Urbano Cairo ha parlato oggi a Radio Rai, nel corso della trasmissione “Palla al Centro”, ricordando i 112 anni della fondazione del Torino.

“Quella di oggi è una data importante, perchè il Toro festeggia 112 anni. Vorremmo ripetere una festa come quella che abbiamo allestito in occasione del centenario, i nostri tifosi ne sarebbero felici, me compreso. E' una bella ricorrenza quella odierna, per la sua storia importante, fatta di periodi belli e altri  tragici. Queste situazioni hanno reso il popolo granata assolutamente speciale ed unico“, ha detto Cairo annunciando anche l'organizzazione di una festa per questo compleanno speciale.

Cairo ha poi voluto fare una promessa sul futuro centro sportivo giovanile, assai atteso: "Voglio regalare un centro sportivo per i nostri giovani in città. Due anni fa ci siamo aggiudicati, tramite concorso, il centro Robaldo, da ristrutturare. Ora siamo quasi in dirittura d'arrivo con il comune di Torino per avere tutti i permessi, almeno così ci ha assicurato il sindaco Chiara Appenino, che ho incontrato recentemente. Spero di poter iniziare i lavori prima possibile. Vogliamo investire alcuni milioni di euro per questo progetto".

Cairo in questi mesi ha spesso puntato il dito contro un utilizzo sbagliato del Var e ieri è venuta fuori una polemica incredibile per la mancata chiamata su un rigore sacrosanto non concesso alla Roma.

“Non so se c'è una soluzione, in passato ho detto la mia, constatandone un utilizzo limitato e non usato in tutte le occasioni in cui invece andrebbe chiamato. Comprendo, tuttavia, che gli arbitri italiani devono fare i conti con problemi di protocollo, non dipendenti da loro. Le modifiche spettano agli organi internazionali, che devono dare la possibilità al VAR di essere utilizzato più frequentemente. Spero che ciò avvenga presto”.