Torino, Singo parte per le Olimpiadi: Juric comincerà la stagione senza l'asso ivoriano

04.07.2021 11:45 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Tmw
Wilfred Stephane Singo
TUTTOmercatoWEB.com
Wilfred Stephane Singo
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Lo ha reso pubblico sui propri social network, quando la notizia è diventata ufficiale: Wilfried Singo parteciperà alle Olimpiadi di Tokyo 2021. L'esterno del Torino è stato selezionato tra i 22 giocatori della Costa d'Avorio che tenteranno l'avventura olimpica in Giappone, oltre agli “italiani” Franck Kessié e Christian Kouamé. Il classe 2000 dovrebbe cominciare la preparazione insieme al nuovo tecnico granata, Ivan Juric, poi invece di partire per la Val Gardena raggiungerà il ritiro con la sua nazionale. Le sfide in cui sarà impegnato Singo sono fissate tra il 21 e il 28 luglio, poi eventualmente ci saranno le fasi finali. La Costa d’Avorio scenderà in campo il 22 luglio contro l’Arabia Saudita, il 25 contro il Brasile e il 28 con la Germania e, nel caso di qualificazione, gli eventuali quarti di finale sarebbe in programma dal 31 luglio.

Molto semplice fare i conti, il ventenne godrebbe del periodo di ferie mentre i compagni disputeranno il turno preliminare di coppa Italia, il week-end di Ferragosto, ed è da considerare anche per l’inizio ufficiale di campionato, tra il 21 e il 22 agosto. Una tegola non da poco per Juric, costretto a cominciare la serie A senza un pilastro del nuovo Toro. Una delle poche note liete della stagione che si è conclusa, esplosa con Marco Giampaolo e, nonostante un vistoso calo nella seconda parte del 2020/2021, tra i migliori durante l’era Davide Nicola.

Tra i granata non esistono incedibili, in caso di offerta monstre il presidente Cairo ascolterebbe eventuali proposte anche per Singo: ma, considerando i margini di crescita del ragazzo, sembra molto difficile immaginarlo lontano da Torino. Il suo campionato, però, comincerà con qualche settimana di ritardo. E Juric sarà già costretto a fare i conti con la prima, pesantissima assenza in un squadra che, per il momento, è ancora tutta da costruire.