Record di abbonamenti in casa granata, ma sono ancora bassi rispetto ad altri club

15.09.2019 18:34 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonio Vitiello
Record di abbonamenti in casa granata, ma sono ancora bassi rispetto ad altri club

Il Torino Fc ha chiuso la campagna abbonamenti ieri sera e il dato finale parla di 12.101, che è un numero importante in casa granata. Era dalla stagione 2008/09 che non si registravano tali numeri. Però rispetto agli oltre 28mila della Fiorentina, che praticamente ha lo stadio esaurito in tutte le partite casalinghe, questi numeri stridono un po'.

La Viola vive sull'entusiasmo di una nuova proprietà, che porta sempre interesse, e sul fatto che è rimasto Chiesa ed è arrivato Ribery. Proprio quell'effetto mediatico di cui aveva parlato Cairo e che era stato preso di mira dai tifosi gigliati.

Stridono anche i 13mila del San Paolo di Napoli, una cifra bassissima se consideriamo quanto il Napoli sia amato nella sua città. In questo caso forse di mezzo c'è anche la ristrutturazione dell'impianto stesso.

Mazzarri ha parlato bene di questi dati in conferenza stampa e domani spera di trovare un Grande Torino pieno, come nelle grandi occasioni. C'è da sperare che soprattutto vengano venduti i biglietti per le singole partite.

Ad esempio il Lecce, proprio la squadra prossima avversaria del Toro domani sera, ha un abbonamento ogni 5 abitanti, ovvero circa 18mila, segno dell'entusiasmo di essere tornata in A in due anni.

L'Inter ne conta quasi 40mila mentre il MIlan è fermo a 30mila. Solo 27mila gli abbonati della Juventus, in uno stadio/salotto assai costoso.

Un Toro in testa e in un periodo ancora caldo può far arrivare molti tifosi, ma per i record di abbonati c'è ancora da attendere. Sperando nell'entusiasmo crescente gara per gara.