Novellino: "A Cairo è mancato un uomo di calcio"

26.02.2010 17:09 di Raffaella Bon   vedi letture

Dopo le parole di Urbano Cairo, i microfoni di Tuttomercatoweb hanno raggiunto anche Walter Novellino, uno degli ultimi tecnici granata, per parlare della situazione creatasi in casa Torino.

Cosa ne pensa della situazione creatasi a Torino?
"Credo che Cairo abbia agito sempre in buona fede. Ha pagato tante cose in cui non penso c'entri e non scordiamo che al suo fianco ci sono state altre persone che hanno pensato più a parlare sui giornali. Credo che il presidente, con una persona competente vicino, avrebbe sbagliato molto meno".

Si riferisce ad Antonelli per caso?
"No, un po' a tutti. Non c'è mai stata una persona competente di calcio al suo fianco, si è sempre parlato del vecchio Toro e del vecchio cuore granata senza pensare all'attuale. Tutti gli allenatori hanno faticato a Torino per un problema ambientale, pensiamo ad esempio a Zaccheroni, che è una persona razionale e poteva far solo bene".

I tifosi del Torino vivono troppo nel passato?
"Penso che sia anche questo a penalizzare molto. Io ho vissuto nel Torino di Ferrini, Agroppi e penso che siano cambiati i tifosi. Una volta al Filadelfia venivano tutti ad assistere agli allenamenti ed incitare la squadra, mentre ora non si fa altro che criticare e pensare al vecchio Torino. Questo è anche giusto, ma va fatto in maniera costruttiva".




Il resto dell'intervista sarà disponibile a partire da mezzanotte, nella consueta rubrica 'A tu per tu'.