Manassero (La Stampa): "Toro, corsa sulle neopromosse. Prenderei Nainggolan"

27.12.2020 11:30 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Tmw
Radja Nainggolan
TUTTOmercatoWEB.com
Radja Nainggolan
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Un Natale all’ultimo posto, anche se i granata di Marco Giampaolo se la sono giocata alla pari al cospetto di un’altra big come Napoli. “Senza conoscere la classifica, si penserebbe che il Toro sia in lotta per qualcosa di importante dopo la sfida del Diego Armando Maradona” ha detto Francesco Manassero a TuttoMercatoWeb. “I valori sono altri rispetto a quello che dice la graduatoria” ha continuato il collega de La Stampa, che ha analizzato il momento di Belotti e compagni.

Manassero, un’altra occasione mancata ma la sensazione è che la squadra sia viva.
“Ai punti, probabilmente a Napoli avrebbe meritato il Toro. E’ stato punito da una magia di Insigne nel recupero, ma prima non aveva rischiato praticamente nulla. La costante delle rimonte subite rappresenta un problema enorme, basti pensare che sono 23 i punti persi da situazione di vantaggio”.

Si sono rivisti Sirigu e Izzo: quale sarà il loro futuro?
“E non solo si sono rivisti, entrambi hanno fatto molto bene. Il difensore ha segnato ed è stato uno dei migliori in campo in assoluto, il portiere è tornato con sicurezza e, seppur senza interventi clamorosi, ha mostrato nuovamente la sua personalità. Dovrebbero essere due valori aggiunti per il Toro, ma si cercherà di capire quali siano le loro intenzioni: già in estate dalla società convinsero Sirigu a rimanere, ora serve gente che abbia le giuste motivazioni. Sicuramente, però, recuperare entrambi sarebbe importantissimo per il futuro della squadra”.

E come lo vedi? La classifica mette i brividi.
“E’ vero, non si può stare tranquilli, ma basta un piccolo filotto di risultati utili per ritirarsi su. Penso che i granata debbano fare la corsa sulle neopromosse: anche il Benevento, che adesso sembra una sorpresa, alla lunga rischia di pagare la rosa corta e non può certo sentirsi tranquilli perché potrebbe tornare nella mischia”.

Tra qualche giorno aprirà il mercato: cosa farà la società?
“Come detto, si parlerà con Sirigu e Izzo e si farà il punto insieme a loro due, poi si cercherà una sistemazione per gli esuberi, come i giovani Edera e Millico che hanno bisogno di giocare. Non mi aspetto grandi colpi, il presidente Cairo ha dimostrato di essere un po’ ‘allergico’ al mercato di riparazione. Ma io avrei individuato un colpo di livello”.

Quale sarebbe?
“Questa squadra avrebbe bisogno di Nainggolan. Cerca squadra, ha una personalità enorme e andrebbe a colmare una delle lacune della rosa di Giampaolo: è a centrocampo, infatti, che il tecnico ha bisogno di qualità e quantità. Una mediana con il belga, Rincon e Linetty o Lukic permetterebbe un salto non indifferente, secondo me il giocatore dell’Inter sarebbe l’acquisto giusto. E non credo a cavalli di ritorno come Torreira e Ramirez, penso che ormai il capitolo legato ai due ex blucerchiati sia stato chiuso in estate”.