Lippi al QS: "Italia, il gruppo vale più delle stelle. Austria? Nulla di scontato, come nel 2006"

24.06.2021 09:45 di Emanuele Pastorella   vedi letture
Lippi al QS: "Italia, il gruppo vale più delle stelle. Austria? Nulla di scontato, come nel 2006"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Insidefoto/Image Sport

"Mi piace tutto di questa Italia. In che modo l'ha costruita Roberto Mancini sin dall'inizio, quando ha mandato chiari messaggi al club chiedendo di far giocare i giovani". L'endorsement per l'attuale c.t. arriva niente di meno che da Marcello Lippi, che ai taccuini del QS ha tessuto le lodi dell'Italia costruita dall'allenatore jesino: "Gli azzurri propongono un calcio rapido, concreto e redditizio indipendentemente da chi siano gli interpreti. Ci sono tanti ottimi giocatori e il valore del gruppo è finora decisivo, più della qualità delle stelle che sono in altre nazionali". Lippi ha poi sottolineato che "i grandi giocatori che reputiamo tutti come determinanti non lo sono stati o lo sono stati solo in parte", e che gli azzurri dovranno "mantenere questa condizione psicofisica, sapendo che non ci sono partite facili". E il parallelo tra la Nazionale del 2006 e questa? "Ogni squadra vincente non somiglia a un'altra", ha chiosato l'ex ct: "Ci scherzo su: nel confronto tra gli azzurri del 2006 e quelli del 2021 vinciamo noi ai rigori come facemmo contro la Francia a Berlino".