La nuova "Arma" del Toro

03.09.2009 08:42 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: www.lastampa.it

Foschi ha sfruttato l’amicizia con il dg della Spal, Gian Bortolo Pozzi, che lavorava al Lumezzane e a Foschi aveva già consigliato Brocchi. «Prendilo, non te ne pentirai». Era già tutto programmato, solo che la cessione di Malonga non decollava e per un nulla l’affare ha rischiato di sfumare. Con un colpo di reni, il ds granata ha piazzato la stoccata vincente proprio sul filo della sirena. Ora tocca ad Arma, che sta per avere la cittadinanza italiana, e strabuzza gli occhi: «Finora i giocatori che ho conosciuto qui al Toro li vedevo soltanto in tv». Indosserà la maglia numero 22 perché adora Kakà. Praticherà un Ramadan a singhiozzo, «mai prima delle partite». Ha promesso a Cairo: «Porterò allo stadio i marocchini di Torino».