Juve Stabia-Nocerina: tifoso ospite colpito da un petardo

04.03.2012 16:47 di Giulia Borletto   vedi letture
Fonte: Resport.it
Juve Stabia-Nocerina: tifoso ospite colpito da un petardo
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com

Improvvisamente un colpo. Inatteso. Un tifoso della Juve Stabia che assisteva al derby contro la Nocerina ha sentito come un tocco, poi si è ritrovato con il giubbotto incendiato e l'ha subito tolto, evitando così di restare ustionato. Sono stati secondi di grande paura, un istante, ma pericolosissimo. E' accaduto anche questo in Juve Stabia-Nocerina, il derby di serie B ad altissima tensione, ma che ha fatto registrare la grande sportività da parte di quasi tutti i tifosi della Juve Stabia intervenuti allo stadio. Quello del razzo è stato l'episodio più grave di una partita intensa sul piano nervoso, non solo dal punto di vista sportivo, visto il 2-2 in rimonta della squadra di Braglia. Tanta paura e un giubbotto da buttare per la vittima, ma poteva accadere una tragedia. Il calcio ha nella sua storia un simile, tristissimo episodio, quando Vincenzo Paparelli, ultrà della Roma, perse la vita in un derby contro la Lazio. Poteva accadere la stessa cosa al Menti e, visti i tanti bambini e ragazzini che occupavano il settore, il razzo lanciato ad altezza d'uomo poteva colpire al volto qualcuno. Per questo, nei prossimi giorni saranno esaminati tutti i filmati della videosorveglianza all'interno dello stadio Menti per cercare di individuare il responsabile del lancio. Di certo, i 700 nocerini presenti allo stadio di Castellammare, erano tutti in possesso della tessera del tifoso, l'unico mezzo che avevano per acquistare il biglietto di ingresso allo stadio. Non è escluso, quindi, che nei prossimi giorni possa essere individuato il criminale (di un crimine si tratta lanciare un razzo ad altezza d'uomo) che è stato protagonista di un gesto che poteva rovinare quella che è stata una giornata di grande passione sportiva, vissuta sull'onda di emozioni altalenanti e striscioni di sfottò per le tifoserie rivali.