Gravina: "Trovare armonia nelle Asl. In Figc la documentazione non è ancora arrivata"

05.03.2021 14:52 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Ansa
Gravina: "Trovare armonia nelle Asl. In Figc la documentazione non è ancora arrivata"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il presidente della Figc Gabriele Gravina ha ancora precisato sul protocollo anti Covid-19 a margine del Consiglio che si è riunito proprio per discutere su questa materia.

"Io il protocollo lo difendo. Nel protocollo c'è scritto in maniera chiara 'salvo quanto disposto dall'autorità sanitaria' quindi è un protocollo valido, ma dobbiamo trovare armonia all'interno delle Asl sul territorio nazionale. Noi vogliamo che ci sia il massimo controllo possibile, in questo senso il calcio si sta comportando in maniera responsabile".

Il presidente ha poi aggiunto, dopo il caso Lazio-Torino che: "la Federcalcio ha chiesto i documenti che ancora non sono arrivati. Come sapete, tutto è oggetto di segreto istruttorio, la procura federale ha già fatto due richieste e non appena arriveranno, la procura valuterà come ha sempre fatto la documentazione".

Sul fatto che la partita dell'Olimpico possa diventare un nuovo caso come Juve-Napoli, Gravina ha risposto: "Continueremo a difendere il nostro protocollo, come sta facendo la Lega di A, giustamente e legittimamente, ma sapendo che ci sono delle decisioni che non riguardano la federazione ma riguardano come ho detto prima le autorità sanitarie".

Gravina si è poi soffermato sulle vaccinazioni: "Le mie affermazioni sono interessate e di parte ma sono supportate da Ceferin, presidente della UEFA, che ribadisce con fermezza e decisione di voler difendere il format previsto per Euro 2020. Siamo sereni e continuiamo a lavorare, a breve presenteremo e spiegheremo una serie di attività. Chiediamo un intervento deciso per accelerare il processo delle vaccinazioni, siamo in ritardo rispetto agli altri Paesi. Oggi ho parlato con la Turchia e sono più avanti. Dobbiamo accelerare".